A- A+
Milano
Il Governo boccia il referendum lombardo per l'autonomia: "Si applichi la Costituzione"

Il Governo accoglie l’interpellanza dei deputati lombardi del Partito democratico e sottolinea che, per avere più autonomia, si applichi la Costituzione e non si spendano 30 milioni di euro dei contribuenti per il referendum della Lega. Il sottosegretario Gianclaudio Bressa si è fatto carico, a nome del Governo, di  chiedere da subito alla Regione Lombardia l’apertura del confronto per definire l'intesa necessaria per predisporre la proposta di legge da sottoporre al Parlamento per la modifica delle competenze tra Stato e Regione, così come previsto dalla Costituzione.

"Le modalità scelte dalla Regione Lombardia - ha spiegato Bressa in Parlamento - sono irrituali: la legittimità del referendum è quanto meno dubbia perché “non ci si può rivolgere con un referendum ai  cittadini senza chiarezza nel quesito, i cittadini debbono essere messi nelle condizioni di scegliere. Il Partito democratico ha sempre sostenuto il Regionalismo differenziato e che le Regioni che hanno i conti in ordine (pareggio tra entrate e uscite) sperimentino forme di maggiore autonomia per valorizzare le differenze territoriali. Per questo come delegazione lombarda alla Camera abbiamo chiesto al Governo e alla Regione Lombardia di non perdere ulteriore tempo, ricordando che la Regione Lombardia aveva già avviato una richiesta analoga nel 2007, proposta però bloccata dal governo Berlusconi, nel cui Consiglio dei ministri sedeva Roberto Maroni con il ruolo di ministro degli Interni. I 30 milioni di euro della consultazione potrebbero essere meglio usati accompagnando la necessaria riforma del sistema delle autonomie locali, sostenendo le unioni e le fusioni dei Comuni, il riordino delle Province e la Città Metropolitana di Milano.

Tags:
gianclaudio bressaautonomiaregione lombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.