A- A+
Milano
Il M5s vuole vederci chiaro sul figlio dell'assessore: "Come è stato assunto?". Intervista

di Fabio Massa

Alla fine il caso pubblicato da Affaritaliani.it finisce tra i temi di approfondimento del Movimento 5 Stelle in Regione Lombardia. Il consigliere regionale Stefano Buffagni (in foto) ha infatti presentato una richiesta di accesso agli atti sul caso di Stefano Spennati, figlio di Valentina Aprea (assessore al Lavoro della giunta Maroni) che da assistente parlamentare di Lara Comi sarebbe diventato funzionario di Regione. Buffagni spiega ad Affari: "Vogliamo vederci chiaro. Nel caso fosse accertato il fatto, potremmo chiedere anche una mozione di censura per l'assessore". L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Consigliere Buffagni, ha letto del caso di Stefano Spennati...
Sì, il figlio di Valentina Aprea, l'assessore regionale che sarebbe stato assunto con funzionario da Regione Lombardia dopo essere stato assistente parlamentare di Lara Comi.

Che cosa avete fatto?
Abbiamo fatto una richiesta di accesso agli atti, per andare a vedere i bandi per capire come sono state scelte le persone che sono state assunte per incarichi a Bruxelles. E non è finita, perché vogliamo anche sapere i compiti che hanno e i contratti che sono stati stipulati.

Dubbi?
Diciamo che un po' di cose suonano strane. Il nome segnalato da voi risulta negli organici. Adesso vogliamo capirne i dettagli.

Se fosse confermato un affidamento diretto che cosa succederebbe?
Succederebbe che il Movimento 5 stelle andrebbe da Maroni per chiedere che cosa vuole fare. E poi potremmo anche pensare a una mozione di censura per l'assessore Aprea. Intendiamoci: se il figlio ha vinto il bando, anche se i dubbi permarrebbero, non avremmo nulla da dire. Ma se ci fosse una nomina fiduciaria sarebbe quantomai inopportuna...

@FabioAMassa

Tags:
m5s







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.