A- A+
Milano

Incendio doloso nella sede di Lealtà e Azione di via Govone 35, zona Mac Mahon, stanotte alle 4: due uomini incappucciati sono stati visti fuggire in bicicletta, nessun ferito né danno strutturale. Ad allertare gli agenti e i vigili de fuoco è stato un vicino, i due uomini sono stati visti rompere un vetro della sede del movimento di estrema destra e e dare fuoco agli ambienti. Mentre i vigili del fuoco hanno spento le fiamme, senza riscontrare ingenti danni, sul posto sono stati rinvenuti due zainetti contenenti vari attrezzi tra cui un piede di porco, una torcia e una bombola da campeggio, ormai esplosa. All'arrivo degli agenti i due "incappucciati" si stavano dando alla fuga in bicicletta. Lealtà e Azione ha traslocato in via Govone da viale Brianza 20 ad aprile di quest'anno.

"Questa notte un attentato ha quasi distrutto la sede di Lealtà Azione a Milano. Ma come potete pensare che del fuoco arresti la corsa di un fiume in piena?". Così, su Facebook, il movimento Lealtà e Azione commenta l'incendio doloso nella notte nella sede di via Govone. Al gruppo di estrema destra, sulla pagina del social network, "solidarietà" da molti e anche da altri paesi come dai "camerati" di Romania e Moldova.

Tags:
lealtà azione







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.