A- A+
Milano
L'impresa che non sente la crisi? In Lombardia è quella "religiosa"

Dalla classica icona da appendere in casa all'angioletto colorato per la stanza dei bambini, dai prodotti dei monasteri ai rosari, dai candelieri alle statuette in marmo o alabastro sono solo alcuni degli oggetti o idee regalo che si possono trovare nei quasi 700 negozi italiani tra sedi e unità locali, specializzati nella vendita di articoli religiosi e arredi sacri. In particolare le imprese sono in crescita del 4% rispetto al 2010 in Italia e anche in Lombardia. In Lombardia le imprese e unità locali sono 50, di cui 16 a Bergamo e 15 a Milano. Si tratta di piccole attività con 1200 addetti in Italia, di cui 66 in Lombardia. La Campania è la regione più specializzata (con 132 imprese e 172 addetti). Ma tra le province Roma è in testa con 90 imprese. Seguono Napoli con 48, Caserta e Foggia con 34 e Bari con 29. Tra le prime 20 per numero di sedi sono due le lombarde: Bergamo, terra di origine di Papa Roncalli, al 10° posto e Milano al 13°. Crescono le imprese a Roma, 12 in più in tre anni. In Lombardia insieme a Bergamo è Monza a crescere di più, con due nuovi punti vendita negli ultimi tre anni. Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano e della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati del registro imprese negli anni 2013 e 2010.

Tags:
impresalombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.