A- A+
Milano

Roberto Maroni sembra 'stroncare' la proposta di legge presentata dalla sua maggioranza di centrodestra per dotare di una bandiera la Regione Lombardia, che prevede un vessillo con la rosa camuna (simbolo della Regione) affiancata dalla Croce di San Giorgio (simbolo del Comune di Milano). "Io sono per la rosa camuna, quella e' un'altra parrocchia", ha scherzato il governatore lombardo. Ed anche il presidente del Consiglio regionale lombardo, Raffaele Cattaneo, è della stessa idea, nonostante il progetto di nuova bandiera sia sato presentato dai partiti di maggioranza di centrodestra, cui entrambi appartengono. Entrambi di Varese, sia Cattaneo (Ncd) che Maroni (Lega) hanno detto di essere affezionati al simbolo della rosa camuna e fatto capire che preferirebbero non associarlo alla Croce di San Giorgio, simbolo del Comune di Milano, come appare nel progetto di legge presentato da Lega-Fi-Ncd-FdI e Lista pensionati, al Pirellone. "Sono d'accordo con Maroni che afferma di voler mantenere la rosa camuna come simbolo della Lombardia", scrive in una nota Cattaneo. "E' un segno a cui tutti i lombardi sono affezionati e nel quale si riconoscono - continua -. La rosa camuna bianca in campo verde e' gia' il nostro simbolo e nei fatti la nostra bandiera. I lombardi la percepiscano cosi' e hanno imparato a conoscerla e a volerle bene. Se dobbiamo dare ufficialita' ad una bandiera, diamola a questa. Non vedo la necessita' di cambiare".

Tags:
bandieraregione lombardiarosa camunacroce san giorgioroberto maroniraffaele cattaneo






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.