A- A+
Milano

Dopo essere stato nominato sovrintendente della Scala a partire dal 2015, l'austriaco Alexander Pereira è arrivato a Milano. E ha annunciato che "sarà italiano  il nuovo direttore musicale della Scala". Daniele Gatti è dato per favorito e potrebbe sostituire Daniel Barenboim.  Ma le possibilità sono diverse. E molti sono i direttori con cui lui ha collaborato: fra gli altri, Riccardo Chailly. "Cerco di lavorare con tutti i grandi maestri del mondo", si è limitato a dire. E fra i big che vorrebbe vedere - anzi, rivedere - alla Scala ci sono Claudio Abbado, che è tornato al Piermarini l'anno scorso dopo oltre vent'anni d'assenza, e Riccardo Muti, che alla Scala non mette piede da quando se ne andò nel 200, e che quest'anno dirigerà il Nabucco al Festival di Salisburgo: "Sarei felice se Claudio e Riccardo venissero".

Tags:
scalagattipole







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.