A- A+
Milano
Sel stronca Ovadia: "Senza il Pd non si vince, dobbiamo stare insieme"

di Fabio Massa

Moni Ovadia, al Corriere della Sera, lo dice chiaro e tondo: Pisapia si dovrebbe mettere alla testa di una forza che non includa il Pd. Insomma, mutatis mutandis, la "cosa arancione" della quale parlò Affaritaliani.it alla fine di agosto. Una "cosa arancione" che però pare un progetto ormai passato, e che soprattutto non sarebbe stata alternativa al Pd ma sinergica ai democrat. Oggi Mirko Mazzali, capogruppo di Sel in consiglio comunale, lo spiega ad Affari: "Quella di Ovadia è una proposta non fattibile. Senza il Pd non si vince nessuna elezione. Non solo noi possiamo governare con il Pd, ma dobbiamo farlo". L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Capogruppo Mazzali, Ovadia propone un agglomerato di forza a sinistra senza il Pd.
Mi sembra che politicamente e numericamente sia una proposta non fattibile. Senza il Pd non si può vincere nessuna elezione. Politicamente questi anni di alleanza a Milano hanno dimostrato che si può governare con il Pd. Anzi, si deve. Nelle prossime elezioni è nella naturalità delle cose che questo sia il percorso.

Intanto Di Pietro ha annunciato che si vuole candidare...
A me i revival non sono mai piaciuti. Pure Batistuta è stato un fenomeno, ma metterlo centravanti oggi non sarebbe di certo una cosa seria. Idem per Di Pietro sindaco di Milano.

Che cosa ne pensa di Salvini che riempie piazza Duomo?
Il commento politico è che c'era tanta gente e noi dobbiamo riflettere. Dobbiamo riflettere sul fatto che la Lega Nord per la prima volta ha dimostrato di voler fare un'alleanza elettorale con l'estrema destra. Io credo poi che Salvini rimanga il candidato ideale da battere alle elezioni.

Perché?
La gente che era là in piazza poi nel novanta per cento dei casi non vota. Il populismo di Salvini a Milano non può sfondare.

Cambiamo argomento: che cosa ne pensa della M4?
Io sto leggendomi le carte sulla M4.

Risposta evasiva.
No, no. E che vorrei capire bene la questione. Anzi, guardi, le dico: non sono contrario, ma vorrei capire se è sostenibile. Se è sostenibile, poi c'è il problema di pagare il mutuo. Nessuno è contrario alla metropolitana, ma bisogna capire la sostenibilità anche rispetto alla diminuzione dei passeggeri. Sulla Lilla questo problema c'è, ci sono meno accessi di quelli che erano previsti. Non siamo contrari alla M4 ma non vogliamo dissanguarci.

E delle vie d'acqua che cosa mi dice?
Le vie d'acqua ormai sono diventate un tema giudiziario, non più politico.

Lei avrebbe dato il via libera alle vie d'acqua?
Le vie d'acque erano un'altra cosa e facevano parte di un'altra roba di Expo. Certo è che se uno promette un canale navigabile e poi diventa un canale di scolo, questo è un po' un problema. Non sono innamorato delle vie d'acqua, non so neanche nuotare.

@FabioAMassa

Tags:
selmilanoovadia







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.