A- A+
Auto e Motori
BMW iX è la nuova ammiraglia bavarese proiettata nel futuro

Dietro la nuova calandra a doppio rene verticale c’è la miglior tecnologia bavarese in termini di trazione integrale elettrica e tecnologia digitale di ultima generazione

 

Si attendeva dal 2018 la nuova BMW iX, quando nella stiva di un cargo della Lufthansa venne mostrata la visione futura della mobilità elettrica secondo BMW. Una visione proiettata nel futuro – BMW Vision iNext era il nome – che oggi è realtà anche nelle strade italiane. BMW iX è un vero SAV, Sport Activity Vehicle, l’acronimo con cui la casa bavarese identifica i propri Sport Utility che hanno tutti un carattere marcatamente dinamico.

BMW iX è il primo SAV 100% elettrico ma oltre alla trazione integrale realizzata con due motori elettici, si differenzia dai fratelli per il nuovo design futuristico basato sulla sostenibilità, la versatilità, il lusso e il piacere di guida a basse emissioni: innovativo fuori e rivoluzionario dentro.

L’aspetto è massiccio, robusto e prestante, con una lunghezza prossima ai cinque metri e uno sviluppo verticale che parte dal grande doppio rene che riprende i nuovi stilemi lanciati dalla Serie 4. I volumi sono importanti ma la massima ricerca dell’efficienza ha portato alla creazione di una vettura dall’ottima aerodinamica, con un Cx di soli 0,25.

Gli interni, modernissimi ma al contempo essenziali, sono caratterizzati dalla manicale ricerca della riduzione del peso senza rinunciare al lusso e al comfort. Innovativi per la Casa bavarese, tanto il volante esagonale quanto l’essenzialità della plancia, percorsa per buona parte della larghezza dal nuovo BMW Courved Display che comprende il quadro strumenti da 12,3” dietro al volante, seguito dal display centrale da 14,9” incurvato verso il guidatore.

BMW iX si presenta sul mercato italiano in due versioni, entrambe a trazione integrale: BMW iX xDrive40 e iX xDrive50. Si differenziano per la potenza, la capacità della batteria e quindi l’autonomia. BMW iX xDrive40 genera una potenza complessiva di 240 kW e 630 Nm, mentre BMW iX xDrive50 385 kW e ben 765 Nm. La 40 ha batterie da 76,6 kWh mentre la 111,5 kWh la 50, hanno rispettivamente autonomia dichiarata secondo il ciclo WLTP di 425 e 630 km. Seguirà la versione ancor più sportiva M60 con 440kW (600 cavalli!!)

La motricità elettrica della Casa dell’elica giunge alla quinta generazione della BMW eDrive, che porta in dote un ulteriore compattamento della componentistica: rotore, ingranaggio di riduzione, differenziale ed elettronica di potenza sono integrati in un unico alloggiamento, allo scopo di ridurre ingombro e peso.

La trazione integrale è costruita attraverso due elementi di trasmissione: uno all’avantreno e uno al retrotreno con potenze differenti. La ripartizione della coppia è interamente affidata all’elettronica, che monitora e gestisce direttamente da ogni motore la quantità di coppia da inviare a ogni singola ruota. Così la motricità è sempre massima, in ogni condizione e il controllo di trazione più veloce nel leggere gli slittamenti e intervenire con rapidità ed efficienza mai raggiunte prima.

Anche la scelta dei materiali, tanto degli interni quanto della scocca, si rivolge il più possibile al mondo del riciclo e del trattamento più naturale e meno inquinante. Così molte parti della scocca sono costruite in alluminio secondario, o la plastica riciclata rinforzata dalla fibra di carbonio lasciata grezza negli interni porta e ni montanti intorno al portellone. Anche lo stesso motore non utilizza magneti permanenti, che sarebbero realizzati con materie prime rare, ma un sistema a solenoidi che permette anche dei vantaggi in termini di prontezza ed erogazione della coppia.

BMW iX porta a battesimo l’ottava versione del sistema operativo (BMW OS8) installato su nuovi computer in grado di reggere il livello di intelligenza artificiale che, apprendendo dall’utilizzo, migliora costantemente l’interfaccia uomo-macchina, sia attraverso l’interazione vocale sia attraverso il grande schermo touch in grado di leggere anche i movimenti. Come per gli smartphone, tutto il software si può aggiornare via etere senza passare in officina. Con cinque telecamere, cinque sensori radar e dodici a ultrasuoni l’eccellente rete di computer implementa tutti i sistemi di assistenza alla guida (ADAS) di ultima generazione fino al Livello 2 di guida autonoma.

L’essenzialità degli interni non è seconda alla qualità e al lusso che si percepisce. È la razionalità a dominare su tutto, ma il comfort dei sedili è di altissimo livello anche sul divano posteriore, dove c’è realmente tanto spazio per le gambe. Alla guida ci si sente al volante di una vera astronave, non tanto e non solo per le performance che è in grado di esprimere, ma per la sensazione di distacco totale dal mondo esterno: l’assenza di vibrazioni unita al silenzio quasi totale creano un effetto tanto insolito quanto piacevole.

Occorre tener d’occhio molto bene la velocità perché “con un filo di gas” è facilissimo trovarsi a 160 km/h con la percezione di procedere ad almeno 50 km/ in meno. Le sospensioni pneumatiche, di serie nella 50, isolano ancor di più dal terreno copiando con rapidità ed efficacia tutte le asperità. Nella guida in montagna si apprezza in modo particolare l’agilità che proviene dalle quattro ruote sterzanti, anche queste di serie sulla 50, che rendono la guida appagante e divertente in ogni condizione.

Particolarmente efficiente il sistema di ricarica, non tanto e non solo alle colonnine in corrente continua fino a 200 kW per la 50 e fino a 150 kW per la 40, ma anche l’elettronica di potenza riesce a sfruttare al meglio anche l’energia cinetica in rilascio. La BMW iX xDrive50 a velocità elevate in rilascio è in grado di generare fino a 208 kW.

Nella modalità Sport la vettura sprigiona tutta la potenza: cambiano i colori di fondo e viene generato un suono artificiale discreto ma ben avvertibile. L’accelerazione incolla al sedile e bastano un paio di “sgasate” per giocarsi una decina di chilometri d’autonomia sentendosi però al volante di una vera astronave proiettata nel futuro.

Già nelle concessionarie, la BMW iX xDrive40 parte da 84.000 euro, mentre l’iX xDrive50 da 103.000 euro, il pacchetto sportivo costa 3.100 euro per entrambe le versioni. Anche la lista degli optional è completa ma gli allestimenti standard, soprattutto della 50, sono già particolarmente ricchi.

Un’ammiraglia elettrica ultramoderna che scompagina un po’ l’alto di gamma delle grosse vetture elettriche che restano non tanto per le prestazioni, anzi, ma soprattutto per i limiti della rete di approvvigionamento per un impiego a lungo raggio, relegate in una nicchia di mercato ancora d’élite. Il sofisticato navigatore ci mette una pezza però: quando apprende che la destinazione è fuori portata rispetto all’autonomia disponibile, costruisce con precisione un itinerario con le tappe di ricarica e i tempi in ciascuna stazione, per raggiungere il più rapidamente possibile la destinazione finale.

Alessandro Toffanin Product Communication Specialist  BMW Italia

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    100% elettrticaallestimentiautonomiabmwixmobilità elettricaprezzi
    in evidenza
    "Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

    Esclusiva/ Parla Gianni Russo

    "Un film che rimarrà nella storia"
    Ennio, intervista al produttore

    i più visti
    in vetrina
    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"



    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma

    Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.