A- A+
Auto e Motori
Peugeot 208 disponibile con i motori puretech 100 e bluehdi 100

Quando finalmente viene individuato il modello per l’imminente acquisto della nuova auto, si innesca inevitabilmente la valutazione che riguarda molti parametri. Uno di questi è la selezione della potenza tra quelle disponibili a listino per quel dato modello. Una decisione che tradizionalmente è ispirata dal limite di spesa che ci si impone e che, magari, porta a puntare su un allestimento più ricco, a discapito della potenza del motore. Salvo poi magari pentirsi di non aver scelto la versione più potente, con quella manciata di cavalli in più che possono fare la differenza in molte situazioni.

Uno scarto che nell’uso quotidiano può significare un diverso appagamento alla guida, ma anche una maggiore brillantezza quando si guida con tre o quattro persone a bordo o, magari, si vuole effettuare un soprasso, il che costituisce indubbiamente una maggior sicurezza.

Tipicamente, la differenza di prezzo di listino tra la motorizzazione d’accesso e quella immediatamente successiva di un’auto della categoria cui appartiene Nuova 208 è contenuta in circa l’8/10%. In termini di costi d’esercizio, poi, l’incremento del bollo auto per passare, ad esempio, da una motorizzazione con 75 CV ad una con 100 CV è di meno di 50 euro all’anno. Sul fronte assicurativo, il discorso è più complesso, perché il premio viene costruito sulla base di diversi elementi, tra cui la cilindrata, la rischiosità del modello (per alcune compagnie), la classe di merito, gli anni di guida, il numero di sinistri causati e la città di residenza. In questo caso, la differenza di potenza, soprattutto se contenuta in poco più di 20 CV, ha ancor meno rilevanza.

Per quanto riguarda il discorso consumi, infine, non sempre vale l’equazione che una maggiore potenza esiga molto più carburante, perché va anche considerato il rapporto con la massa che un motore di una data cavalleria è chiamato a spostare.

Sempre a proposito di economia d’esercizio, vale la pena ricordare che, spesso, con potenze superiori e nei dintorni dei 100 CV vi è l’abbinamento del motore con un cambio manuale a 6 marce, in grado di sfruttare meglio potenza e coppia erogati dal motore di maggior potenza, anche in ottica di contenimento consumi. Da non sottovalutare.

Relativamente al contenimento dei consumi, un ruolo importante lo ha anche la coppia motrice che, se da un lato determina il livello di brio e dinamismo di un’auto, dall’altro può avere effetti benefici; infatti, poter contare su una maggiore coppia motrice permette di equilibrare meglio lo sfruttamento del motore per spostare la massa del veicolo, limitando la pressione sul pedale dell’acceleratore.

 

Svelato il teorema di una buona scelta motoristica, ci addentriamo ora nella gamma di Nuova PEUGEOT 208, recentemente eletta Car of the Year 2020 da una giuria di esperti giornalisti dell’auto. Un titolo che la dice lunga sulle sue qualità, motivate dalla possibilità di scegliere tra i motori benzina Puretech, Diesel BlueHDi e 100% elettrico.

In ambito benzina, il motore 1.2 PureTech è un 3 cilindri che asseconda la maggiore libertà di scelta potendo disporre di tre diversi livelli di potenza: 75, 100 e 130 CV. Se la versione di ingresso ha alimentazione atmosferica, la versione da 100 e quella da 130 CV possono contare sulla sovralimentazione che contribuisce a determinare un carattere molto vivace e dinamico, ancor più in linea con lo spirito della nuova nata della Casa del Leone. Si tratta di un motore molto apprezzato dal pubblico e dalla critica che ha vinto il titolo internazionale di Engine of The Year per ben 4 anni consecutivi.

Nello specifico, la motorizzazione da 100 CV può contare di serie anche su un cambio manuale a 6 rapporti che permette di sfruttare al meglio potenza e coppia del motore turbo dotato di distribuzione a 4 valvole per cilindro: sono infatti appena 9,9 i secondi necessari per passare da 0 a 100 km/h, valore che indica un eccellente livello prestazionale e che colloca 208 PureTech 100 tra le cittadine più brillanti del mercato. Per chi lo desiderasse, poi, è disponibile anche in versione con cambio automatico EAT8 ad 8 rapporti, in grado di alzare ancor più l’asticella del comfort di guida. Per ciò che riguarda i consumi, la motorizzazione da 100 CV, a fronte di queste prestazioni, consuma appena un decimo di litro in più ogni 100 km rispetto alla versione da 75 CV, fermando il dato a 4,2 litri di media; quasi 24 km con un litro nel ciclo di omologazione NEDC. A livello di listino, infine, la differenza di prezzo tra la versione da 75 CV e quella da 100 è contenuta in appena l’8%, pari a 1.400 euro a parità di allestimento: un importo che permette di portarsi a casa prestazioni superiori (oltre ai 25 CV in più, la coppia massima è quasi doppia), un cambio manuale a 6 marce, la sovralimentazione mediante turbo, la possibilità di trainare (qualora lo si volesse) 1.200 kg invece di 500 ed un serbatoio carburante più capiente. Non bastasse, la versione PureTech 100 può esser scelta in quattro diversi allestimenti, al posto dei due della versione da 75 CV: Active, Allure Navi pack, Allure e GT Line per la 100 CV, Like e Active per la 75 CV.

 

In ambito Diesel, il BlueHDi 100 CV rappresenta una altrettanto valida alternativa nella gamma per chi punta a fare tanti chilometri. Con una cilindrata contenuta in 1.499 cm3, riesce a garantire ottime prestazioni (lo 0-100 qui è coperto in 10,2 secondi) ma a consumare ancora meno, elemento molto apprezzato per chi vuole macinare diverse decine di migliaia di km all’anno: nel ciclo di omologazione combinato NEDC i litri necessari per percorrere 100 km sono infatti appena 3,2 litri, corrispondenti a ben oltre 30 km litro. Il tutto, con il contorno di una corposa coppia motrice, pari a 250 Nm ed erogata a soli 1.750 giri. Una generosità garantita anche in questo caso dalla distribuzione a 4 valvole per cilindro, e che si affianca alla tecnologia dei filtri FAP e catalizzatore SCR con AdBlue, a testimonianza del fatto che ci troviamo di fronte ad un vero e proprio gioiello tecnologico che esprime perfettamente il DNA del nuovo modello. Questa motorizzazione, può esser scelta in cinque diversi allestimenti: Like, Active, Allure Navi pack, Allure, e GT Line.

 

La gamma 100 CV di Nuova PEUGEOT 208 parte dai 18.150 euro della PureTech 100 in allestimento Active e dai 18.550 euro della BlueHDi 100 in allestimento Like.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    peugeot208motorizzazioniprezzi
    Loading...
    in evidenza
    Da Commisso a Friedkin e Elliot I nuovi padroni del calcio

    Economia

    Da Commisso a Friedkin e Elliot
    I nuovi padroni del calcio

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, addio estate: arriva ciclone autunnale con NEVE-PREVISIONI CHOC

    Meteo, addio estate: arriva ciclone autunnale con NEVE-PREVISIONI CHOC



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3

    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.