A- A+
Politica
"Al Metropol ci fu un complotto anti-Lega". Gianluca Savoini rompe il silenzio
Gianluca Savoini (Lapresse)

Caso Metropol, Savoini: "In quell'hotel solo per dormire"

Il famoso caso Metropol, quell'inchiesta giudiziaria che ha coinvolto la Lega, si è chiusa in un nulla di fatto, la Procura di Milano ha chiesto l'archiviazione dopo 4 anni di indagini che non hanno portato a nessun riscontro concreto. Dopo anni di silenzio parla Gianluca Savoini, l'uomo al centro della vicenda e considerato molto vicino a Matteo Salvini e alla Lega. "Già nel 2016, in Russia, - racconta Savoini a La Verità - venne da me un esponente di Russia Unita e mi disse di aver ricevuto una telefonata da un giornalista inglese o americano. Mi spiegò che quello gli aveva offerto dei soldi per dichiarare che la Lega era finanziata da Mosca. Questo era il clima già allora. Si voleva a tutti i costi dimostrare che i partiti sovranisti europei fossero tutti a libro paga dei russi".

"L'archiviazione - prosegue Savoini - me l'aspettavo. Hanno creato una macchinazione mediatica a cui poi è seguita un'inchiesta, ma doverosamente. Sono stato dipinto come un faccendiere, un delinquente, un ladro. Ecco, questa gentaglia che si è permessa di parlare così di me senza nemmeno conoscermi dovrà risponderne nelle sedi opportune. Io al Metropol ci sono andato per dormire. Sì, c'era una conferenza organizzata da Confindustria Russia quel 17 ottobre 2018, non da oligarchi o chissà chi. Io ero stato invitato in quanto coordinavo questi incontri per conto di Salvini. Preciso: Salvini segretario della Lega, non ministro. Non c'era nulla di illegale, nulla di illecito".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caso metropolgianluca savoinilegarussia





in evidenza
Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"

Guarda il video

Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


motori
Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.