A- A+
Politica
Bondi a Berlusconi: "Macché zitti. Linciato quando sono uscito da FI"

"Leggo ora che il presidente Berlusconi intima a 'chi e' andato via di stare almeno zitto', sottolineando addirittura che dovrebbe 'fare i conti con la propria coscienza'". No, Sandro Bondi non ci sta e replica a stretto giro: "Ebbene - dice l'ex cordinatore FI - sono costretto a rompere il silenzio che mi ero imposto, prendendo atto che al contrario il presidente Berlusconi non ha evidentemente alcuna intenzione di custodire almeno un lungo rapporto di collaborazione e di amicizia". "La senatrice Manuela Repetti ed io - rivendica - abbiamo subito in questi giorni degli attacchi personali, quasi un linciaggio, che hanno confermato la miseria morale e politica di Forza Italia e la giustezza della nostra decisione".

"Noi non staremo in silenzio - scandisce Bondi - perche' siamo persone che possono sbagliare ma intendiamo restare persone libere e autonome".

"Cosi' come risponderemo - assicura - proprio solo alla nostra coscienza, in tutti i sensi, perche' chi si ispira come Berlusconi ai valori del liberalismo, non sempre con coerenza, dovrebbe almeno ricordare che proprio questa liberta' di coscienza dei parlamentari viene garantita dall'autoritarismo dei partiti senza regole e senza democrazia".

Tags:
bondiberlusconififorza italia
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.