A- A+
Politica
Centinaio (Lega): "Berlusconi leader? Sì, nella sua mente malata..."


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Proprio mentre sembra rinascere l'asse tra la Lega e Forza Italia, arriva un durissimo attacco del Carroccio a Silvio Berlusconi. Gian Marco Centinaio, capogruppo leghista al Senato, non ha dubbi. E ad Affaritaliani.it afferma: "Il leader del Centrodestra è chiaramente Salvini. In questo momento è lui che ha la percentuale più alta. Esattamente come si è sempre comportata Forza Italia con noi. Berlusconi aveva le percentuali più alte e di conseguenza era Forza Italia che decideva il leader. In questo momento i dati sono sotto gli occhi di tutti". Primarie sì o no? "No, Salvini e basta. Forza Italia non ha mai fatto le primarie per decidere se Berlusconi era il leader del Centrodestra. Ora non si inventino cagate. Ai tempi, quando Berlusconi era Berlusconi, dovevamo tacere e accettare quello che decideva Forza Italia. Oggi sono loro che devono accettare quello che decidiamo noi. La Lega vuole fare le primarie? Si fanno le primarie. La Lega decide che il leader è Salvini? Il leader è Salvini. Punto e basta. Sta bene a Forza Italia? Ok. Non gli sta bene? Amen. Ma il problema grosso è un altro...".

Dica. "Con la legge elettorale che ha votato anche quelli di Forza Italia - spiega Centinaio - decade tutto. Con l'Italiacum il premio non va più alla coalizione ma va alla lista, quindi la parola Centrodestra non esiste più. Esisterà la parola Lega e la parola Forza Italia". Quindi alle elezioni politiche non vi presenterete insieme? "No. Non si può. Semplice, non si può. Tutti continuano a chiedersi chi sarà il leader del Centrodestra. Ma non esisterà più, come non esisterà più il leader del Centrosinistra. Se viene votata questa legge elettorale ognuno avrà il suo candidato premier. Succederà che tutti i partiti si presentano divisi alle elezioni e solo i primi due vanno al ballottaggio. Chi vince il secondo turno ha il presidente del Consiglio. Ma non sono le coalizioni, sono i partiti. Il premio va alla lista e non alla coalizione. E questa cosa è stata votata anche da Forza Italia". Ed ecco l'affondo più duro: "Quando Berlusconi dice che sarà lui il leader del Centrodestra io gli rispondo: sì, certo, nel suo ipotetico Centrodestra e nella sua mente malata di uno che è fuori dal Parlamento e non ha neanche seguito i lavori parlamentari. Se i suoi gli avessero detto che cosa hanno votato e che cosa c'era nel Patto del Nazareno... Forza Italia ha votato il premio alla lista. Le coalizioni si possono fare solo per Comunali e Regionali, ma con l'Italicum per le Politiche è finita". Quindi ci saranno la lista della Lega e la lista di Forza Italia separate... "Sì. Sarà così. Anche Calderoli lo ha confermato: non ci saranno più le coalizioni".

Tags:
legaberlusconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.