A- A+
Politica
Che fine ha fatto Rocco Casalino? Il probabile ritorno dopo il Congresso Pd

Che fine ha fatto Rocco Casalino? Il probabile ritorno dopo il Congresso  del Pd

Il grande comunicatore dei due governi di Giuseppe Conte, Rocco Casalino, non si vede e non si sente più e da diverso tempo ed è scomparso dal radar della politica, eppure è ancora dentro il Movimento Cinque Stelle.

Casalino nasce nel 1972 nella allora Germania federale, a Frankenthal, una città del Palatinato famosa per la produzione manifatturiera di pregiate porcellane, ma la famiglia è italiana di Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. Vi rimarrà fino all’età di 16 anni e dopo aver frequentato un liceo classico in Germania si diploma ad un istituto tecnico commerciale in Puglia. Si trasferisce poi a Bologna dove si laurea in ingegneria elettronica scegliendo il ramo gestionale.

La sua notorietà pubblica data il 2000 quando partecipa alla prima edizione del reality show del Grande Fratello. Si classificherà al quarto posto venendo poi eliminato solo alla penultima puntata. L’esperienza però è il trampolino di lancio per la TV perché Rocco è un ragazzo sveglio e dal fisico statuario, percependo subito l’occasione che gli si è presentata. Entra quindi nella scuderia di Lele Mora e viene notato da Maurizio Costanzo dove acquisisce ulteriore notorietà per le liti con Platinette e Solange, al limite dello scontro fisico.

Approda nel 2004 a TeleLombardia dove resterà fino al 2007 e in cui diviene giornalista professionista. Nel 2011 comincia ad occuparsi di politica con il Movimento Cinque Stelle, che in quegli anni è ancora in una fase primordiale e si muove ancora nell’orbita di Italia dei Valori e di Antonio Di Pietro. Nelle elezioni del 2013 il Movimento sbarca massicciamente in Parlamento e nel marzo 2013 Casalino diviene il vice di Claudio Messora che è responsabile comunicazione al Senato.

Ma è nel 2014 che fa il colpaccio: diviene infatti responsabile Media per il Senato e portavoce e coordinatore nazionale del Movimento Cinque Stelle. La consacrazione avviene nel 2018, dopo la vittoria alle politiche, quando per tre anni e cioè fino al 2021, data della caduta del Conte 2, è capo ufficio stampa del Presidente del Consiglio. È il momento di massimo fulgore e il vertice della sua carriera comunicativa.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pdrocco casalino





in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


motori
Lancia Nuova Ypsilon ritorno iconico in Belgio e Olanda

Lancia Nuova Ypsilon ritorno iconico in Belgio e Olanda

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.