A- A+
Politica
Chi balla coi Lupi

Di Angelo Maria Perrino

Onore a Maurizio Lupi, esce di scena con dignità, vittima dei suoi errori ma anche di una avversa congiuntura politica.

Ma le sue dimissioni non serviranno a nulla e saranno un semplice avvicendamento correntizio, nel filone "mors tua vita mea", se non verranno accompagnate da un seria e profonda riflessione sul rapporto tra politica e affari, da cui scaturiscano provvedimenti concreti per combattere la corruzione e la malversazione.

E se non si metterà ordine in una delle sentine del malaffare, che sono i gabinetti dei ministeri, controllati da superburocrati inamovibili che fanno il bello e il cattivo tempo alle spalle di ministri incompetenti, i quali pur di durare si consegnano mani e piedi a questi azzeccagarbugli e alle loro squadre di fedelissimi.

E' questa la morale del caso Lupi, un uomo che non capiva un’acca di appalti pubblici e si era consegnato a quell'Incalza che aveva resistito alla guida delle opere pubbliche per qualche decennio e di cui era prigioniero. Fino al suicidio.

Tags:
maurizio lupiinfrastruttureincalzasistema grandi opere
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.