A- A+
Politica
Conte dice basta ai falsi ambientalisti. Si profila uno scontro M5S-Verdi sui temi ambientali

M5S, stop di Conte ai falsi ambientalisti

Giuseppe Conte, capo politico del Movimento Cinque Stelle, ci va giù duro e durante la presentazione di Livio De Santoli, prorettore per la Sostenibilità a La Sapienza di Roma e presidente del coordinamento FREE dichiara:

“In Italia si parla di bipolarismo tra destra e sinistra, ma è un falso bipolarismo. Il vero bipolarismo è fra chi ha a cuore la transizione ecologica e l'Italia e tutti gli altri che si fingono green. È un bipolarismo che vede contrapposti noi e tutti gli altri".

Al di là della presentazione dell’autorevole candidato è comunque interessante notare come Conte riproponga un tema fondamentale per i Cinque Stelle e cioè quello della Transizione Energetica, inserito in quello più generale dell’Ecologia. L’ambiente è sempre stato un punto fondamentale per il Movimento ed anzi le cinque stelle rappresentavano originariamente: acqua pubblica, ambiente, mobilità sostenibile, sviluppo e connettività.

Quindi un vero e proprio programma ecologico.

Del resto anche Grillo ha fatto sempre ricorso a profonde suggestioni ambientaliste che costituiscono un po’ la base, l’ossatura del Movimento stesso.

La tematica ambientale, come il tema della Giustizia (da alcuni declinato nel giustizialismo) sono una eredità che Grillo ha acquisito dall’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro e sono comunque un portato comune del pensiero di Gianroberto Casaleggio che proprio con IdV iniziò la sua avventura politica posizionando il suo blog tra i primi dieci del mondo.

Verso uno scontro M5S-Verdi sui temi ambientali

Conte però non ha parlato solo dell’ambientalismo dei Cinque Stelle, ma in un video girato sempre per la presentazione del professore de La Sapienza ha tenuto a fare il punto sull’ambientalismo degli altri partiti, giungendo alla conclusione che si tratta di un ambientalismo che semplicemente “non esiste”.

Quindi il vero bipolarismo “non è tra destra e sinistra ma tra chi vuole occuparsi seriamente di ambiente e chi non lo fa “.

Considerando il valore che l’ambiente ha in ogni elezione politica -ed in questa in particolare- la presa di posizione del Capo politico del Movimento è significativa.

Occorre del resto ricordare che fu proprio Conte a destinare all’ambiente la parte percentualmente più cospicua del PNRR di 221,6 miliardi di euro.

Per l’ambiente ci sono infatti 57 miliardi di euro, pari al 30% delle intere risorse previste.

Del resto l’attuale ministro alla transizione Ecologica, Roberto Cingolani, è stato voluto fortemente proprio da Beppe Grillo per dare un forte segno di vera discontinuità rispetto al passato e a scelte ambientalmente non certo esaltanti, come quella dell’ex ministro Sergio Costa.

In questo contesto si inserisce quindi l’offerta politica energetico – ambientale del M5S in contrapposizione alla visione nuclearista di Calenda - Renzi ed ecologista classica del centro-sinistra.

Il professor De Santoli ha tenuto a chiarire che “Il nucleare e il metano non sono green” al contrario di quanto dicono tanti “falsi profeti” dell’ambiente, come l’onnipresente Davide Tabarelli presidente di Nomisma Energia.

L’enfasi di Conte sull’argomento pare diretta proprio ad erodere consenso ai Verdi di Angelo Bonelli che sono depositari delle grandi battaglie ambientali delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e del no al nucleare. Dunque si profila un’inedita battaglia tra Verdi e Movimento Cinque Stelle per contendersi l’elettorato ambientalista, mentre il mondo tiene il fiato sospeso per l’evidente emergenza climatica che sta modificando sensibilmente la geo - politica internazionale, facendo dell’ambiente il tema in cima a tutte le agende dei governi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    contem5sverdi





    in evidenza
    Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

    Affari va in rete

    Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

    
    in vetrina
    La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

    La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


    motori
    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.