A- A+
Politica
Coronavirus, aziende "fase 2" dal 4 maggio. Cittadini in quarantena fino al 18

Coronavirus, aziende "fase 2" dal 4 maggio. Cittadini in quarantena fino al 18

L'emergenza Coronavirus in Italia continua e così anche la quarantena. Anche la data del 13 aprile non sarà quella del via libera definitivo. E' ancora presto per il comitato tecnico-scientifico per far scattare la "fase 2" e il governo si adegua. Possibile che la graduale ripartenza avvenga con differenze tra regione e regione. È questa - scrive il Corriere della Sera - la linea decisa da Palazzo Chigi per gestire l’emergenza da coronavirus a partire dal 4 maggio. Già domani il premier Giuseppe Conte potrebbe firmare il nuovo decreto per confermare i divieti di spostamento per i cittadini e autorizzare alcune imprese a riprendere l’attività subito dopo le vacanze pasquali. Possibile la riapertura di cartolerie e librerie. No a bar e ristoranti.

La strada è dunque tracciata. Fino al 13 aprile, Pasquetta, tutti a casa e uscite soltanto per andare al lavoro e fare la spesa, ma nei giorni successivi alcune imprese otterranno il via libera a riprendere l’attività se dotate di tutti i dispositivi di sicurezza per i lavoratori. Dal 4 maggio, - prosegue il Corriere - passati i due “ponti” festivi che potrebbero spingere la gente a riversarsi in strada o peggio a organizzare gite fuori porta, comincerà la vera «fase 2». Ma solo se l’indice R0 sarà prossimo alle zero, e per questo fino ad allora è fondamentale rispettare la regola di rimanere a casa.

Le riaperture di altre aziende saranno pianificate con le Regioni tenendo conto dei diversi indici di contagio e soprattutto delle misure di contenimento che ogni governatore sarà in grado di garantire, ma l’ultima parola spetterà al governo. Anche perché —come già accade adesso— nessuna norma potrà essere in contrasto con quelle emanate da palazzo Chigi. Conte ha già insediato un gruppo composto da sociologi, psicologi e manager dell’organizzazione del lavoro, che affianchi il Comitato tecnico-scientifico. Ci saranno turni e fasce orarie per i lavoratori che non sono in smart working e anche alcuni negozi potranno tirare su le saracinesche, garantendo però l’ingresso scaglionato come avviene adesso per supermercati e farmacie.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusemergenza coronaviruscoronavirus italiacoronavirus newscoronavirus fase 2coronavirus governocoronavirus fine quarantenacoronavirus 4 maggiocoronavirus 18 maggio
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Soldi, riforme e opere Conte promette di tutto

    Coronavirus vissuto con ironia

    Soldi, riforme e opere
    Conte promette di tutto

    i più visti
    in vetrina
    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima

    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Emergenza Covid-19, Fase 2 – Opel: “L’evoluzione del digitale”

    Emergenza Covid-19, Fase 2 – Opel: “L’evoluzione del digitale”


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.