A- A+
Politica
Coronavirus, Papa Francesco frena i vescovi: "Messe? Obbedire a disposizioni"
(fonte Lapresse)

"In questo tempo nel quale si incomincia ad avere disposizioni per uscire dalla quarantena, preghiamo il Signore perche' dia al suo popolo, a tutti noi, la grazia della prudenza e dell'obbedienza alle disposizioni perche' la pandemia non torni". Cosi' Papa Francesco introducendo la messa a Casa Santa Marta. Una presa di posizione ben diversa da quella di diversi vescovi, in primis quello di Ascoli (clicca qui per vedere il video della sua dura protesta contro Conte) e che sembra aprire una spaccatura all'interno del Vaticano sul tema delle messe ai tempi di coronavirus. 

RUINI, 'SU MESSE GIUSTO PROTESTARE CON FORZA'

''L'eucaristia per i credenti è anzitutto un bisogno, il bisogno del pane della vita. Il Papa ha dato voce a questo bisogno che riguarda tutta la Chiesa. Purtroppo il governo, nell'ultimo decreto della Presidenza del consiglio, ha disatteso questo bisogno, arrogandosi competenze non sue riguardo alla vita della comunità cristiana''. Lo dice intervistato da Il Giornale il cardinale Camillo Ruini, ex presidente della Cei, a proposito delle misure del Governo previste dalla fase 2 sulle messe. ''Bene - osserva Ruini - ha fatto quindi la Conferenza episcopale a protestare con forza. Ora il governo ha il dovere di rivedere le sue posizioni''. 

PAPA FRANCESCO: 'STOP AL LINCIAGGIO SOCIALE, ANCHE LA SHOAH CREATA CON VALANGA

Il Papa a Santa Marta mette in guardia dal "linciaggio sociale: anche questo succede con i martiri di oggi". Il Pontefice, celebrando la quotidiana messa, fa l'esempio di "Asia Bibi: abbiamo visto dieci anni in carcere perché è stata giudicata da una calunnia e un popolo che vuole la morte davanti a questa valanga di notizie false che creano opinione e tante volte non si può fare nulla". Il PAPA pensa anche alla Shoah: "La Shoah è nata così, è stata creata l'opinione contro un popolo e poi è diventata normale, 'vanno uccisi', un modo di procedere per fare fuori la gente che ti disturba. Tutti sappiamo che questo non è buono ma c'è un piccolo linciaggio quotidiano che cerca di condannare la gente, di scartarla. Si crea una opinione - osserva Bergoglio - e con quel 'si dice' si crea opinione per farla finita con una persona". "La verità è un'altra - avverte Francesco - è testimonianza del vero, è chiara, trasparente. Non tollera le pressioni. Pensiamo a Stefano, primo martire dopo Gesù e ai tanti martiri per cui si crea una fama e questa persona va uccisa e pensiamo a noi che con i nostri commenti tante volte iniziamo un linciaggio del genere". Il Pontefice pensa anche alle "istituzioni cristiane. Nelle nostre istituzioni lo abbiamo visto tante volte. No alla condanna che provoca il chiacchiericcio". 

Loading...
Commenti
    Tags:
    papa chiese chiusepapa chiese apertepapa francesco coronaviruspapa francesco chiusura chiesepapa francesco chiese chiusefase 2 coronavirusfase 2 chieseriapertura chiese fase 2apertura chiese fase 2ceichiese chiusecoronavirus
    Loading...
    in evidenza
    Conquista pure Melania... Rocco Casalino inarrestabile

    Il portavoce del premier

    Conquista pure Melania...
    Rocco Casalino inarrestabile

    i più visti
    in vetrina
    Mario Balotelli, gol in spiaggia: conquista e bacia una turista. Sul mercato..

    Mario Balotelli, gol in spiaggia: conquista e bacia una turista. Sul mercato..


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Méhari, la cabriolet innovativa e originale

    Citroen Méhari, la cabriolet innovativa e originale


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.