A- A+
Politica
Csm, a Fdi non piace la gestione Pinelli (Lega). Via la "settimana bianca"

Csm, tensioni tra Fdi e Lega: nel mirino il vicepresidente Pinelli

Tensioni nel Csm a soli tre mesi dalla nomina del vicepresidente in quota Lega Fabio Pinelli. "Cerchiamo di essere credibili, trasparenti, mai obliqui nell'interesse del Paese", aveva detto subito dopo l'elezione. Aggiungendo: "Orienterò ogni mio comportamento nell'interesse del Paese con la guida e il faro del presidente della Repubblica. Dovrò garantire ascolto anche a chi non mi ha votato, perché il comportamento del Csm sia orientato sempre verso scelta condivise, meditate". Ma le cose - si legge sul Foglio - non sembrano andare proprio così. La logica aziendalista del vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura genera tensioni all'interno dell'organo di autogoverno delle toghe. A essere irritati sono soprattutto i laici di Fratelli d'Italia.

Si stanno vivendo giorni di tensione al Consiglio superiore della magistratura. La ragione, almeno apparente, - prosegue il Foglio - riguarda la programmazione dei lavori dei prossimi mesi. Appena eletto come vicepresidente del Csm, Fabio Pinelli (laico in quota Lega) ha infatti deciso di imprimere una svolta alla nuova consiliatura, nata con diversi mesi di ritardo a causa dello scioglimento anticipato delle Camere, cancellando la "settimana bianca", cioè l’ultima settimana del mese in cui per tradizione il Consiglio superiore è fermo e non ci sono attività nelle commissioni o nel plenum. Da febbraio, per tre mesi, il calendario dei lavori è stato riprogrammato includendo l’ultima settimana del mese, così da recuperare parte degli arretrati accumulati dal Csm. Mossa che non è piaciuta ad alcuni membri e ha innescato lo scontro. Oggi è previsto il voto sulla riforma del Csm in Commissione Giustizia e non si escludono sorprese viste le premesse.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
csmpinelli





in evidenza
Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro

Con lui anche Ermotti, figlio dell'ad di Ubs

Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro


in vetrina
Intelligenza artificiale e aziende italiane: le reali applicazioni

Intelligenza artificiale e aziende italiane: le reali applicazioni


motori
Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.