A- A+
Politica
Draghi, cadono tutti i tabù. Il Pd accetta la Lega,il M5s dice sì a Berlusconi
Foto LaPresse

Draghi, cadono tutti i tabù. Il Pd accetta la Lega,il M5s dice sì a Berlusconi

Mario Draghi. Un nome troppo importante per dirgli di no. E' questo quello che sta succedendo ai partiti, chiamati a decidere se appoggiare o meno il nuovo esecutivo. Dopo appena 24 ore di dubbi e perplessità, adesso tutto sta andando nella stessa direzione, sì a Draghi e quadro politico di unità nazionale. Ci sono i grillini - si legge sul Corriere della Sera - liberatisi dalle mire di Conte, c’è il Pd e ovviamente Renzi, che ha prodotto il big bang nel Palazzo. Poi c’è Berlusconi e in più si approssima Salvini, spinto verso l’ex presidente della Bce dal Nord produttivo prima ancora che dai suoi governatori e dai dirigenti del suo partito. Nemmeno Draghi immaginava che il disgelo si verificasse in così poco tempo. Caduto ogni pregiudizio, stanno cadendo pure storici steccati. Il Pd — che aveva già dovuto metabolizzare la crisi del suo governo e il controllo della corsa per il Quirinale, in un attimo ha invertito la rotta. E ieri Zingaretti l’ha fatto capire chiaramente: «Pd e Lega sono alternativi ma spetterà al premier incaricato costruire la maggioranza».

Oggi Berlusconi - prosegue il Corriere - arriverà a Roma per dare la sua fiducia al presidente del Consiglio incaricato. I suoi parlamentari di fatto l’avevano già data. E come il Pd aveva chiesto ai grillini il sacrificio di appoggiare Draghi per tenere in vita almeno la loro alleanza, anche il centrodestra è stato costretto ieri al sacrificio. La coalizione si è divisa. La Meloni non darà la fiducia, e questo il premier lo aveva messo in preventivo. Non immaginava invece che Giorgetti avrebbe tenuto fede a ciò che si era ripromesso, portare cioè la Lega in maggioranza. Ma i dilemmi delle forze politiche non sono (per ora) problemi di Draghi: lui si è presentato spiegando di non voler commissariare i partiti. Perciò i partiti non possono e non vogliono sottrarsi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mario draghigovernopdm5sberlusconicrisi governoquando si vota
    in evidenza
    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    Scatti d'Affari

    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    i più visti
    in vetrina
    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela la nuova Micra elettrica

    Nissan svela la nuova Micra elettrica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.