A- A+
Politica
Elezioni Sardegna, è fatta. Vince Todde (M5S-Pd), clamoroso ko di Truzzu (CdX)

Fratelli d'Italia attacca la Lega: "Cinque anni non brillanti"


Ormai lo ammettono anche nel Centrodestra: il vantaggio di Alessandra Todde, anche se i dati ufficiali sono molto parziali, appare davvero incolmabile. A sorpresa, e contro le previsioni della vigilia, la candidata del M5S appoggiata dal Pd e da molte altre liste ha vinto le elezioni regionali in Sardegna sconfiggendo il candidato voluto fortemente da Giorgia Meloni, l'ex sindaco di Cagliari Paolo Truzzu. Un vero colpo di scena, visto che fino a ieri nel Centrodestra e in Fratelli d'Italia si respirava un cauto ottimismo. Ora Fratelli d'Italia attacca la Lega per la "non brillante gestione" dei cinque anni precedenti di Christian Solinas e il Carroccio risponde che è stato un errore cambiare cavallo e non ricandidare il Governatore uscente. FdI teme anche che molti leghisti non siano andati a votare o abbiamo scelto altri candidati per dare un colpo alla premier. Fatto sta che la Sardegna passa al Centrosinistra con la prima donna e il promo esponente del M5S presidennte.

FRATELLI D'ITALIA ATTACCA LA LEGA/ Il deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda commenta i primi dati ufficiali: "Paghiamo il fatto che forse in 5 anni non abbiamo governato proprio brillantemente. Su Cagliari mi aspettavo questo risultato, sapevo che non sarebbe stata una passeggiata".

VOTO DISGIUNTO, VENDETTA DI SOLINAS CONTRO TRUZZU/ Dai primi dati ufficiali della Regione emerge un peso non indifferente del voto disgiunto, soprattutto a danno del candidato del centrodestra, Paolo Truzzu, esponente di Fratelli d'Italia scelto dalla coalizione al posto dell'uscente Christian Solinas (Psd'Az). Il sindaco di Cagliari ha il 40,3%, per ora, a fronte del 44,3% di voti espressi per il totale delle sue liste. Alessandra Todde, candidata del Campo largo del centrosinistra, che risulta in vantaggio col 53,7%, ha tre punti in piu' rispetto al 50,7% raggiunto finora dalle liste.

Conte va a Cagliari, 'Todde merita nostro abbraccio' 

 

 

 

"Sono in partenza, comunque vada voglio abbracciare la nostra Alessandra Todde". Così Giuseppe Conte intercettato dall'Ansa, in partenza per Cagliari. "Non erano tanti quelli che immaginavano una sfida così aperta in Sardegna. Si va al fotofinish, il risultato è sul filo di lana e può essere deciso da una manciata di voti. Che si vinca o che si perda, però, sarà stato comunque un risultato straordinario e Alessandra Todde merita l'abbraccio di tutta la nostra comunità per il gran lavoro fatto". Anche la segretaria del Partito democratico Elly Schlein sarebbe in volo verso l'isola.

Dall'entourage di Todde: "Regione non carica dati città. Strategia voluta per non formalizzare la vittoria del campo largo"

Come scrive Askanews, da ambienti vicini ad Alessandra Todde, esponente del M5S e candidata del "campo largo" alla presidenza della Regione Sardegna, si fa filtrare il "disappunto per la scelta della Regione di non caricare" sul sito dedicato ai risultati elettorali "i dati dei grandi Comuni dove la Todde sarebbe molto avanti". Secondo quanto dicono negli ambienti vicini alla candidata stellata, si tratta di "una voluta strategia comunicativa nata per allungare sino a domani l'incertezza sul vincitore", dato che i risultati delle città principali, peraltro in parte già visibili sui siti dei Comuni capoluogo, dimostrerebbero, secondo il suo entourage, la vittoria ormai inevitabile di Todde.


LO SCRUTINIO IN TEMPO REALE

Lo spoglio procede a rilento. I primi dati ufficiali sul sito della Regione, su sole 26 sezioni scrutinate su 1.844, danno Paolo Truzzu in testa con il 48,2%, poi Todde 44,1%, Soru 6,9% e Chessa 0,8%. 

Ma i dati ufficiosi che arrivano dalle varie sezioni dicono tutt’altro, con Alessandra Todde avanti praticamente ovunque, tranne in Gallura dove il centrodestra tiene grazie a Forza Italia.

La candidata di M5S e Pd Alessandra Todde è nettamente avanti a Cagliari città e provincia, a Porto Torres, con numero superiori rispetto alle attese. Ma Paolo Truzzu, candidato del Centrodestra voluto fortemente da Giorgia Meloni è davanti in provincia di Oristano e in diverse zone della provincia di Sassari. Molto staccato Renato Soru.

L’ufficio stampa di Alessandra Todde ha diffuso i dati di due seggi di Cagliari. Seggio 217: Todde 173, Truzzu 96, Soru 31, Chessa 6, nulle 8, bianche 3.
Seggio 112: Todde 243, Truzzu 123, Soru 56, Chessa 4, nulle 3, bianche 2.
In altri due seggi di Cagliari, Alessandra Todde si conferma in vantaggio.
Seggio 402 Todde 231, Truzzu 135, Soru 42, Chessa 6, da verificare 61
Seggio 408 Todde 257, Truzzu 167, Soru 57, Chessa 5, bianche 2, nulle 2.

Todde risulta in netto vantaggio a Cagliari, Quartu, Elmas e Sestu. La candidata M5S è in vantaggio anche a Porto Torres.

Ecco i risultati di altre sezioni di Olbia.Numero 1: Truzzu 148, Todde 142, Soru 41.Numero 42 (parziale): Todde 163, Truzzu 143, Soru 13.Numero 32 (parziale): Truzzu 223, Todde 151, Soru 22.Seggio 8: ​​​​​​Truzzu 182, Todde 172, Soru 16, Chessa 6 (fonte Pd Olbia)

Assemini: sezione numero 22 
Todde: 293
Truzzu: 201
Soru: 52
Chessa: 5

Prima sezione scrutinata. Biancareddu (Sassari)
39 todde
29 truzzu
4 soru
0 chessa

Seggio 17 Oristano 
Truzzu 196
Todde 152
Soru 40
Chessa 6

Donigala seggio 31
Truzzu 110
Todde 46
Soru 17
Chessa2

A Nuoro nella prima sezione Todde in testa con 104 preferenze, seguita da Truzzu con 69 e Soru con 23. Nella sezione numero 2 Todde 141, Truzzu 64 e Soru 35.

A Odieri in provincia di Sassati su 6 sezioni è nettamente in vantaggio Truzzu su Todde.

Al seggio 217 del capoluogo la candidata del Campo Largo ha preso 173 voti, contro i 96 di Truzzu, i 31 di Soru e i 6 di Chessa. Al seggio 112 Todde 243, Truzzu 123, Soru 56 e Chessa 4. Al seggio 402 Todde 231, Truzzu 135, Soru 42 e Chessa 6, qui ci sono 61 schede da verificare. Al seggio 216 Todde 235, Truzzu 126, Soru 58, Chessa 7. Seggio 408: Todde 257, Truzzu 167, Soru 57, Chessa 5.

A Sestu, sezione 14, lieve vantaggio per Todde con 228 voti, Truzzu 206, Soru 44. La candidata del Campo Largo nettamente avanti a Porto Torres: 952 voti contro i 549 di Truzzu, Soru si ferma a 98, Chessa a 4. Primi dati che arrivano anche dal Sulcis, con Todde che ha un ampio margine di vantaggio su Truzzu a Carbonia, Iglesias e Carloforte.

Nessun grande centro ha oltre il 5% di dati scrutinati, tuttavia la situazione di partenza trapelata sembra essere questa: Todde avanti a Cagliari, Sassari, Porto Torres, Nuoro, Carbonia e Iglesias, Truzzu in vantaggio a Olbia.

Con 7 sezioni su 144 scrutinate a Sassari la candidata presidente del Campo largo Alessandra Todde è in vantaggio con il 52,7% dei consensi rispetto al candidato del centrodestra Paolo Truzzu fermo al 36,9%. La tendenza, seppur il dato sia ancora molto parziale, conferma l'andamento dello scrutinio già emerso da Cagliari sin dalle prime schede scrutinate.

Nel paese più piccolo della Sardegna, Baradili, nell'Oristanese, 81 abitanti, prima tappa della campagna elettorale del candidato di centrodestra Paolo Truzzu, ha vinto Alessandra Todde, candidata del Campo largo a trazione 5 Stelle-Pd. Todde ha ricevuto 22 voti, Paolo Truzzu del centrodestra 19 voti, Renato Soru della coalizione sarda 3 voti e un voto Lucia Chessa, candidata alla presidenza per Sardegna R-esiste. A Baradili hanno votato 48 elettori su 73 aventi diritto al voto, per una percentuale del 65,8%.

Sono iniziate alle ore 7 le operazioni di scrutinio dello schede elettorali in Sardegna, dove ieri si è votato per eleggere il presidente della Regione e il rinnovo del Consiglio regionale.

AFFLUENZA ALLE URNE/ Alla conclusione delle operazioni di voto, domenica alle 22 hanno votato, nelle 1884 sezioni, 758.252 elettori che rappresentano il 52.4% degli aventi diritto al voto. Il corpo elettorale, ripartito nei 377 comuni dell’isola e nelle 1884 sezioni del territorio regionale, è di 1.447.753 elettori, di cui 709.837 uomini e 737.916 donne; l’età media degli elettori è di 54,2 anni. Nelle elezioni regionali del 2019, alla stessa ora, avevano votato 780.769 su 1.470.401 aventi diritto al voto (53,09 %). Nelle elezioni regionali del 2014, invece, avevano votato 774.031 elettori su 1.480.332 aventi diritto al voto (52,28 %).

I dati dell’affluenza nelle singole circoscrizioni, confrontati con quelli di cinque anni fa: Cagliari 52,5% (nel 2019 era stato del 54,82%), Nuoro 56,4% (53,18%), Oristano 51,1% (51,26%), Sassari 53,8% (54,66%), Medio Campidano 48% (43,78%), Carbonia-Iglesias 49,6% (51,22%), Ogliastra 53% (54,26%), Olbia-Tempio 51,2% (52,73%).

 






in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.