A- A+
Politica
Caos Pd in Emilia, contestati 4mila euro a Bonaccini. "Vado avanti"

"Io sono determinato a proseguire perche' so come mi sono sempre comportato in questi anni": lo ha detto il segretario regionale del Pd, Stefano Bonaccini, al termine dell'interrogatorio in Procura a Bologna nell'ambito dell'inchiesta sulle 'spese pazze' dell'assemblea legislativa dell'Emilia Romagna ribadendo l'intenzione di voler proseguire la corsa per le primarie del centrosinistra in vista delle elezioni regionali in autunno. "Ero sereno prima e sono ancora piu' sereno adesso - ha detto Bonaccini - perche' penso che abbiamo potuto dare spiegazioni per qualsiasi eventuale addebito".

"Ho sentito sostegno dal partito nazionale e da tutto il gruppo dirigente", ha poi spiegato di non aver sentito nelle scorse ore il segretario-premier Matteo Renzi.

Il segretario, indagato per peculato, si e' detto "sereno per aver sempre agito correttamente. Gli addebiti si riferiscono a spese abbastanza modeste. Abbiamo spiegato l'inerenza all'attivita' di consigliere regionale. Sono convinto che si possa proseguire la campagna verso la candidatura a presidente attraverso le primarie".

"Ci sono un po' di rimborsi chilometrici, un po' di pranzi e cene che erano tutte inerenti l'attivita' amministrativa nel rapporto con il territorio", ha precisato. Bonaccini ha conversato con i giornalisti uscendo dalla procura di Bologna dove e' stato sentito nel pomeriggio su richiesta del suo avvocato, Vittorio Manes. Il legale ha spiegato che la somma contestata dagli inquirenti ammonta a meno di 4mila euro.

 

Tags:
pd emiliabonacinirichetti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?

Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.