A- A+
Politica
Calenda: "Subito un tetto alle bollette. Lo Stato metta 40 miliardi di euro"

Energia, Calenda: "Taglio radicale", che "per le Pmi significa in media una riduzione del 50% della bolletta elettrica e del 42% del prezzo del gas"

Carlo Calenda propone una misura immediata per contenere il caro-energia, non un tetto nazionale al prezzo del gas ma alle bollette della luce e del gas, da coprire con soldi pubblici. Il leader di Azione lo ha detto durante una conferenza stampa alla Camera. "Non sta arrivando il tetto (europeo, ndr) al prezzo del gas, al costo dell'energia elettrica. Dunque dobbiamo operare in Italia. Non con il tetto al gas nazionale che non si può fare, sennò il gas andrebbe da altre parti. Ma bloccando il prezzo del gas con un intervento di finanza pubblica". Sarebbe lo stato, insomma, a coprire la differenza tra il prezzo fissato (150 euro a megawattora per la luce e 100 euro al metro cubo per il gas) mettendo 16 miliardi per il 2022 e 24 per il 2023. Per Calenda il "sistema crediti di imposta per le aziende molto difficile da usare" e "il rischia di una "deflagrazione economico-produttiva ma anche sociale è gravissimo".

Si tratta, ha spiegato, di un "taglio radicale", che "per le Pmi significa in media una riduzione del 50% della bolletta elettrica e del 42% del prezzo del gas. E' una manovra bazooka, ma ormai indispensabile. Purtroppo l'Europa è troppo lenta, dobbiamo rispondere: non possiamo rimanere inerti in attesa che in Europa si muovano. Ho mandato proposta a Enrico Letta e a Giorgia Meloni e anche al ministro Cingolani. Ci aspettiamo che tutte le forze politiche convergano su questa proposta con le modifiche che riterranno". Ha concluso Calenda: "E' una situazione che ha a che fare con la sicurezza nazionale. Dal primo novembre va fatta questa cosa. La faccia il nuovo governo immediatamente, con un decreto".

Calenda: "Per il tetto alle bollette Meloni smentisca le promesse elettorali"

Per imporre un tetto alle bollette energetiche si possono usare margini di deficit ma a patto che si chiarisca ai mercati che "non si faranno le amenità promesse dalla destra in campagna elettorale". Lo ha detto Carlo Calenda in conferenza stampa, presentando un piano da 40 miliardi per contenere i rincari di luce e gas. "Lo puoi fare - ha chiarito - se dici che non toccherai le pensioni, non farai la flat tax e non farai le altre amenità che la destra aveva promesso. Questi soldi possono essere messi con un ritocco di deficit se è l'unico deficit che facciamo".

Insomma, "la Meloni deve prendere una posizione, dica ai mercati: interveniamo sull'energia whatever it takes, ma tutte queste cose non ci saranno. Altrimenti ci sale lo spread e oltre a mettere soldi sulle bollette dobbiamo pagare pure i soldi agli investitori internazionali". Ha concluso Calenda: "La destra ha fatto promesse elettorali per 180 miliardi di euro, sarebbe il default. Se avessero veramente in animo quello che hanno detto, l'Italia fallisce. Siccome penso che erano semplicemente spot elettorali, penso che queste proposte non sono fattibili: va confermato ai mercati se vuoi fare il tetto al costo delle bollette. Altrimenti ti salta per aria il paese".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
energia calenda





in evidenza
Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

La kermesse pugliese che apre la stagione "Borgo in Fiore"

Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.