Grande partecipazione ed entusiasmo ieri a Roma per la nascita ufficiale del partito di Angelino Alfano "Nuovo Centrodestra" con più di 10.000 persone presenti all'evento, di cui 1200 amministratori venuti da tutta Italia. "Questo grande evento ha ridato vigore ad un modo di fare politica, al quale ci siamo sempre ispirati e che purtroppo negli ultimi anni, a causa di gente arrabbiata ed estremista, era in declino". E' quanto ha spiegato alla stampa che lo intervistava al termine della manifestazione il leader centrista Massimo Ferrarese, chiamato in causa dallo stesso Alfano durante il suo discorso. "Abbiamo fondato ieri le basi per costruire un grande progetto che cambierà il Paese e sono orgoglioso - ha detto Ferrarese - di avere qui oggi al mio fianco 120 amministratori della mia terra che hanno sposato la mia scelta sin dal primo momento in cui l'ho loro illustrata".

Alla domanda se resteranno in piedi le amministrazioni dove i neo entrati nel Nuovo Centrodestra, in Puglia, governano con il PD, Ferrarese ha risposto in modo chiaro: "Ho trattato l'argomento direttamente con il Presidente Alfano, con il Ministro Quagliariello e con Massimo Cassano e non abbiamo dubbi che, sino alla naturale scadenza, queste amministrazioni possano seguire l'iter delle larghe intese percorso dal Governo nazionale".

I giornalisti hanno inoltre chiesto a Ferrarese di commentare le parole di Fitto con cui ha definito questo nuovo partito un "cespuglio della sinistra": "Non voglio fare polemiche con nessuno - ha risposto Ferrarese -, ma saremo noi l'anima di una politica nuova e riformista. Il ruolo di cespuglio lo lasciamo ad altri. Sono certo che diventeremo come Central Park".

Riguardo questi attriti che potrebbero far saltare accordi con Forza Italia alle prossime amministrative, Ferrarese ha risposto: "Avendo deciso di far parte di questo Nuovo Centrodestra moderato, sicuramente sposiamo in pieno quella che è la linea del nostro partito e spero che inutili diatribe e stupidi estremismi non inficino quel progetto che per il futuro guarda ad una coalizione di centrodestra. Ci saranno però alcune eccezioni riguardanti Comuni dove purtroppo l'estremismo della vecchia destra è ancora vivo, e si trasforma quotidianamente in livore, e per i quali sono stato già pienamente e direttamente autorizzato dal vertice nazionale a fare accordi che non vanno in quella direzione".

 

2013-12-08T14:48:58.127+01:002013-12-08T14:48:00+01:00truetrue1356116falsefalse6Politica/politica4131063113562013-12-08T14:48:58.207+01:0013562013-12-08T15:26:08.76+01:000/politica/ferrarese-sul-nuovo-centrodestrafalse2013-12-08T14:49:59.73+01:00310631it-IT102013-12-08T14:48:00"] }
A- A+
Politica
MassimoFerrarese2011
 

Grande partecipazione ed entusiasmo ieri a Roma per la nascita ufficiale del partito di Angelino Alfano "Nuovo Centrodestra" con più di 10.000 persone presenti all'evento, di cui 1200 amministratori venuti da tutta Italia. "Questo grande evento ha ridato vigore ad un modo di fare politica, al quale ci siamo sempre ispirati e che purtroppo negli ultimi anni, a causa di gente arrabbiata ed estremista, era in declino". E' quanto ha spiegato alla stampa che lo intervistava al termine della manifestazione il leader centrista Massimo Ferrarese, chiamato in causa dallo stesso Alfano durante il suo discorso. "Abbiamo fondato ieri le basi per costruire un grande progetto che cambierà il Paese e sono orgoglioso - ha detto Ferrarese - di avere qui oggi al mio fianco 120 amministratori della mia terra che hanno sposato la mia scelta sin dal primo momento in cui l'ho loro illustrata".

Alla domanda se resteranno in piedi le amministrazioni dove i neo entrati nel Nuovo Centrodestra, in Puglia, governano con il PD, Ferrarese ha risposto in modo chiaro: "Ho trattato l'argomento direttamente con il Presidente Alfano, con il Ministro Quagliariello e con Massimo Cassano e non abbiamo dubbi che, sino alla naturale scadenza, queste amministrazioni possano seguire l'iter delle larghe intese percorso dal Governo nazionale".

I giornalisti hanno inoltre chiesto a Ferrarese di commentare le parole di Fitto con cui ha definito questo nuovo partito un "cespuglio della sinistra": "Non voglio fare polemiche con nessuno - ha risposto Ferrarese -, ma saremo noi l'anima di una politica nuova e riformista. Il ruolo di cespuglio lo lasciamo ad altri. Sono certo che diventeremo come Central Park".

Riguardo questi attriti che potrebbero far saltare accordi con Forza Italia alle prossime amministrative, Ferrarese ha risposto: "Avendo deciso di far parte di questo Nuovo Centrodestra moderato, sicuramente sposiamo in pieno quella che è la linea del nostro partito e spero che inutili diatribe e stupidi estremismi non inficino quel progetto che per il futuro guarda ad una coalizione di centrodestra. Ci saranno però alcune eccezioni riguardanti Comuni dove purtroppo l'estremismo della vecchia destra è ancora vivo, e si trasforma quotidianamente in livore, e per i quali sono stato già pienamente e direttamente autorizzato dal vertice nazionale a fare accordi che non vanno in quella direzione".

 

Tags:
massimo ferraresencd
in evidenza
Ludovica Pagani incanta Cannes Forme mozzafiato e abito Missoni

Il suo look infiamma la Croisette: FOTO

Ludovica Pagani incanta Cannes
Forme mozzafiato e abito Missoni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.