A- A+
Politica
G7, Meloni ha fatto male: Borgo Egnazia è finto. Pesante la risposta di Merlo
G7 Borgo Egnazia2

Borgo Egnazia non rapppresenta l'Italia: la denuncia di Francesco Merlo

Il giornalista Francesco Merlo non fa sconti nel rispondere al lettore di Repubblica riguardo alla controversa decisione di ospitare il G7 a Borgo Egnazia (Brindisi). Nel dettaglio, il lettore, richiamando il proprio passato da assessore, ricorda quando Borgo Egnazia, insieme ad altre 31 strutture, vanne autorizzata dal Consiglio comunale nel 2000, e giustifica l'intervento come una mossa per promuovere il turismo di alta qualità e creare occupazione in un'area in precedenza desolata.

Merlo, tuttavia, risponde senza mezzi termini. Pur riconoscendo l'importanza dell'investimento turistico e la creazione di posti di lavoro grazie a strutture di alta gamma, critica aspramente la scelta di Meloni di ospitare il G7 a Borgo Egnazia. Come prova della sua posizione, cita il New York Times che, pur elogiando Meloni per la politica, ha stroncato la scelta definendo Borgo Egnazia un "villaggio Potëmkin".

LEGGO ANCHE: Francesco Merlo: "Mes? Giorgetti e Tajani si stanno cucinando da soli"

Diretto e incisivo, Merlo denuncia che Borgo Egnazia non riesce a rappresentare adeguatamente il ricco patrimonio artistico e culturale italiano. Mettendo a confronto Borgo Egnazia con luoghi autentici come Castel del Monte e Alberobello, il giornalista ammonisce che l'imitazione di modelli stranieri rischia di compromettere l'autenticità italiana, portandola verso un terreno di kitsch pericoloso. Merlo è categorico nel suo giudizio: l'Italia, tentando di emulare altri paesi, corre il rischio di perdere la sua identità culturale, un avvertimento che suona particolarmente forte in occasione di un evento internazionale di tale importanza come il G7.

3.5






in evidenza
"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto

L'artista accusato di revenge porn

"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
DOBA: la rivoluzione digitale per prenotare la tua nuova DACIA

DOBA: la rivoluzione digitale per prenotare la tua nuova DACIA

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.