A- A+
Politica

Secondo Massimo D'Alema, intervistato da Alan Friedman, "finché l'Italia è stata guidata dai partiti, è andata bene. Quando i partiti sono andati in crisi, per la corruzione, per la caduta dei valori, dei principi, delle ideologie, è cominciato il declino del Paese".

Non sono, tuttavia, da annoverare tra le "benemerenze" dei vecchi partiti il vertiginoso aumento del debito pubblico, la scarsa attenzione alla "questione morale", la lottizzazione, con il rigido ricorso al "manuale Cencelli", delle imprese pubbliche, in primis la RAI, la promozione di personaggi, scelti non sulla base dei loro meriti, ma dell'obbedienza ai rispettivi "azionisti" politici di riferimento.

Forse, l'unica stagione riformatrice fu quella del centrosinistra, nei lontani anni 60 : statuto dei diritti dei lavoratori, legge-ponte, attuazione delle Regioni, divorzio. Allora, tuttavia, il PCI di Massimo D'Alema, giovane dirigente della FGCI, era schierato all'opposizione contro quei governi, formati dalla DC di Moro, dal Psi di Nenni e dai partiti laici minori.

Pietro Mancini

Tags:
d'alema
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.