A- A+
Politica
Il testo integrale dell'interrogazione dell'onorevole Giulio Centemero (Lega)

Al Ministro dell'economia e delle finanze - Per sapere - premesso che:

secondo le ultime notizie di stampa Leonardo Del Vecchio, imprenditore italiano, fondatore e presidente di Luxottica e presidente esecutivo di EssilorLuxottica, ha messo a punto la sua squadra di advisor dando mandato a Jp Morgan – colosso americano dell’investment banking – di studiare possibili soluzioni per valorizzare Piazzetta Cuccia;

in attesa del piano industriale di Alberto Nagel – Amministratore delegato di Piazzetta Cuccia – il titolo di Mediobanca è salito ancora dell’1% da 10,43€, tornando sopra i prezzi di carico sia di Unicredit (10,2€), sia di Vincent Bolloré (9,3€);

i numeri sono già eloquenti, perché secondo l’analisi di Delfin – nonché la holding della famiglia Del Vecchio – il 41% degli utili di Mediobanca derivano dall’attività del credito al consumo di Compass (336,4 milioni), il 38,3% dalle controllate e quindi principalmente da Generali (314 milioni) e l’8,7% dalle gestioni da patrimoni (71,2 milioni);

secondo Del Vecchio, l’attività di banca d’affari produce utili non sufficienti per giustificare i costi di struttura di un gruppo diversificato e complesso il cui valore netto, per metà, origina dal fatto di essere il primo azionista, con il 13%, delle Generali;

secondo quanto riporta l’articolo del 17 ottobre di “La Repubblica”, Del Vecchio – al fine di incrementare la domanda di azioni in Borsa – si sarebbe rivolto alla banca francese Natixis;

un’operazione come quella che Del Vecchio ha portato a termine in Francia con il gruppo Essilor: una fusione che dà vita ad un gigante del settore;

fonti finanziare riferiscono che Del Vecchio avrebbe già avuto un incontro positivo in Bankitalia, pur non avendo ancora inviato alla Bce la richiesta per salire sopra il 10% di Mediobanca;

esistono fatti e indizi che, secondo le notizie di stampa, conducono ad un piano di Delfin su Generali i cui contorni, finanziari e personali, dipenderanno da molti elementi. In questa chiave è centrale il ruolo di Unicredit, la banca guidata dal francese Jean Pierre Mustier, che di Mediobanca è primo socio, con l’8,8% e che con Del Vecchio è in ottimi rapporti. –

Se il Governo sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa, con specifico riguardo all’acquisizione da parte di Del Vecchio e UniCredit del controllo diretto di Mediobanca e indiretto di Generali in caso di azioni di concerto, e se sia consapevole delle conseguenze derivanti dai progetti dei soggetti che hanno acquistato il controllo e/o un’influenza dominante di una parte rilevante della finanza italiana

CENTEMERO, BITONCI, CAVANDOLI, COVOLO, GERARDI, GUSMEROLI, PAGANO Alessandro, PATERNOSTER, TARANTINO

Loading...
Commenti
    Tags:
    interrogazione centemero
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Salire sull'autobus a Napoli "Nun v'azzeccat..."

    Coronavirus vissuto con ironia

    Salire sull'autobus a Napoli
    "Nun v'azzeccat..."

    i più visti
    in vetrina
    GEORGINA RODRIGUEZ LATO B DA INFARTO IN PALESTRA. E Diletta Leotta... Le foto

    GEORGINA RODRIGUEZ LATO B DA INFARTO IN PALESTRA. E Diletta Leotta... Le foto


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    FCA e Comune di Torino lanciano laboratorio per mobilità smart

    FCA e Comune di Torino lanciano laboratorio per mobilità smart


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.