A- A+
Politica
boldrini

 

La presidente della Camera, Laura Boldrini, è intervenuta nella polemica sollevata dal Movimento 5 Stelle dopo il rinvio al comitato dei nove del ddl contro l'omofobia. "La Camera e la sua presidenza sono il bersaglio di una costante e strumentale opera di delegittimazione, in Aula come in rete", ha affermato Boldrini.

Dopo il rinvio del provvedimento, il deputato grillino, Christian Iannuzzi, ha criticato la conduzione dell'Aula e poi ha chiesto le dimissioni della Boldrini: "Dovrebbe essere imparziale, se non riesce a esserlo, si dimetta".

Tutti i partiti presenti nell'emiciclo della Camera si sono schierati con la presidente. "Siamo indignati per un attacco continuo e strumentale che il Movimento 5 stelle le rivolge quotidianamente - ha affermato la deputata di Sel Titti Di Salvo in difesa della Boldrini - non è possibile che per ragioni elettorali lei venga attaccata in questo modo".

"C'è un attacco violento e sistematico verso di lei e verso l'istituzione che ha sempre rappresentato in modo super partes - ha aggiunto Ferdinando Adornato di Scelta civica - questa Camera respinge gli attacchi al suo presidente come attacchi alla democrazia". Si sono fatti sentire anche Ettore Rosato del Pd, Lello Di Gioia del Psi e Simone Baldelli del Pdl, per il quale "da parte del Movimento 5 stelle c'è un atteggiamento scostante e irrispettoso verso la sua persona e verso l'istituzione, poi c'è chi sulla Rete moltiplica in modo squadrista questi insulti".

Boldrini, in una nota, ha ringraziato tutti i gruppi della Camera per la solidarietà espressa in Aula e per aver sottolineato che le proprie decisioni sono state assunte nello "scrupoloso rispetto del Regolamento".

"Intendo queste manifestazioni di sostegno - ha detto Boldrini - come indirizzate non solo e non tanto alla mia persona, ma all'istituzione che ho l'onore di rappresentare. Va infatti a discapito della qualità stessa del dibattito democratico il fatto che la Camera e la sua presidenza siano il bersaglio di una costante e strumentale opera di delegittimazione, in Aula come in rete".

Intanto, dalla sua pagina facebook, il deputato grillino Alessandro Di Battista ha rincarato la dose: "La presidente Boldrini, mi piange il cuore a dirlo, appare sempre più inadeguata, incompetente, nervosa, di parte (riascoltate le sue parole quando mi sono "permesso" di criticare il Pd e di chiedere che i ladri fossero sbattuti fuori dal Parlamento) e arrogante".

NAPOLITANO - "E' essenziale che in questa fase la libera dialettica delle posizioni politiche si svolga nelle aule parlamentari in un clima di civile confronto e di scrupoloso rispetto dei regolamenti e delle funzioni di chi e' chiamato a garantirne l'applicazione". Lo si legge in un comunicato del Quirinale diramato al termine di un incontro tra il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il presidente del Senato, Piero Grasso, ed il presidente della Camera, Laura Boldrini.

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha oggi incontrato i Presidenti del Senato, Sen. Piero Grasso, e della Camera, On. Laura Boldrini, per uno scambio di informazioni e di opinioni sullo stato e sulle prospettive dei lavori parlamentari. Il Presidente Napolitano ha innanzitutto espresso la piu' viva e piena solidarieta', cui si e' associato il Presidente Grasso, alla Presidente Boldrini per la campagna di gravi e perfino turpi ingiurie e minacce condotta nei suoi confronti sulla rete. Lo si legge in un comunicato del Quirinale.

"Si tratta di attacchi inammissibili, che non possono essere tollerati, ai principi della convivenza democratica e al rispetto dovuto alla dignita' della persona", prosegue il comunicato, "E' in atto una fase altamente impegnativa dell'attivita' parlamentare, che prevede l'esame di problemi e di provvedimenti di vitale importanza economica e sociale e nello stesso tempo lo sviluppo di un programma di riforme istituzionali, pienamente conformi agli indirizzi della prima parte della Costituzione e miranti a superare disfunzioni da lungo tempo analizzate dell'ordinamento della Repubblica. E' essenziale che in questa fase la libera dialettica delle posizioni politiche si svolga nelle aule parlamentari in un clima di civile confronto e di scrupoloso rispetto dei regolamenti e delle funzioni di chi e' chiamato a garantirne l'applicazione".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
m5sboldrinidimissioni
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.