A- A+
Politica
Marco Rizzo: "Anche il governo Conte si sottomette all'Ue"

Di Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista

LA PROPAGANDA DEL GOVERNO NON PUÒ COPRIRE LA SOTTOMISSIONE A UE E NATO.                   

Al di là della pura propaganda (dai toni anche razzisti) il  governo italiano non riuscirà a coprire la realtà dei risultati del vertice UE. L'italia non ottiene la distribuzione obbligatoria di tutti i migranti, ma solo quella volontaria dei rifugiati. Sarà costretta ad aprire nuovi campi e ad accettare i ritorni nel delle persone scappate in Germania e Austria.  Saranno inoltre rinnovate le sanzioni alla Russia, che ora dovranno essere adottate formalmente. Insomma, al di là delle sparate di Salvini, la dura realtà dei fatti e dei rapporti di forza riporta la condizione di assoluto controllo e comando dei potentati UE e Nato. Solo un processo di rottura, coordinato internazionalmente dai lavoratori, ci può liberare dalla gabbia dell'atlantismo e dell'europeismo a moneta unica. Solo il Socialismo come progetto alternativo di società può battere la globalizzazione capitalistica, rifiutando le guerre e l'imperialismo di rapina che sono la causa principale della migrazione dall'Africa e dai paesi poveri.

Tags:
vertice ue
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.