A- A+
Politica
Meloni: "Ong, migranti non naufraghi. Sbarchi? Decisione dei medici bizzarra"
Giorgia Meloni, 45 anni, romana. Dal 22 ottobre è presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana

Meloni: "Non è dipesa dal governo la decisione dell'autorità sanitaria di far sbarcare tutti i migranti presenti sulle navi ong, dichiarandoli fragili sulla base di possibili rischi di problemi psicologici. Scelta, quella dell'autorità sanitaria, che abbiamo trovato bizzarra"


La premier Giorgia Meloni tocca gli argomenti più dibattuti in questo momento e che stanno animando l'avvio della legislatura. "Vado avanti dritta per i miei obiettivi", non saranno "gli attacchi a fermarci. Abbiamo chiaro in mente dove vogliamo arrivare", dice la presidente del Consiglio all'assemblea dei deputati e senatori di Fratelli d'Italia che si è svolta questa mattina. È la prima riunione congiunta da quando è presidente del Consiglio. L'obiettivo è stato anche fare il punto sulla situazione politica in vista dell'avvio dell'attività parlamentare, che di fatto comincerà la prossima settimana dopo l'elezione dei presidenti delle commissioni permanenti che dovrebbe concludersi domani.

Questione migranti. "Il governo italiano sta rispettando tutte le convenzioni internazionali e il divieto imposto a queste navi ong di sostare in acque italiane, oltre il termine necessario ad assicurare le operazioni di soccorso e assistenza dei soggetti fragili, è giustificato e legittimo - commeta la premier durante l'assemblea - A bordo di queste navi non ci sono naufraghi ma migranti: le persone sono salite a bordo in acque internazionali trasbordando da altre unità navali di collegamento e la nave che li ha presi in carico è attrezzata ed equipaggiata per ospitarli e provvedere a tutte le loro esigenze di accoglienza".

Chiarisce: "Non è dipesa dal governo la decisione dell'autorità sanitaria di far sbarcare tutti i migranti presenti sulle navi ong, dichiarandoli fragili sulla base di possibili rischi di problemi psicologici. Scelta, quella dell'autorità sanitaria, che abbiamo trovato bizzarra", commenta.

Meloni poi ci tiene a ribadire, come già fatto nell'ultima conferenza stampa parlando del decreto anti-rave, che "il tema della legalità lo consideriamo un tratto distintivo di questo governo: bisogna tornare a rispettare le regole e questo vale per ogni ambito. È finita la repubblica delle banane in cui si vessano i cittadini e che piace tanto alla sinistra: si può fare tutto, nel rispetto delle leggi e nel rispetto degli italiani che le leggi le rispettano", dice Meloni. E ancora. "Quello che continua a stupirmi è che una intera parte d'Italia remi contro l'interesse nazionale italiano. Questa è una cosa alla quale non riuscirò mai ad abituarmi. La sinistra sembra felice di vedere l'Italia attaccata e possibilmente umiliata, ma noi invece lavoriamo per una Italia rispettata a livello internazionale".

"In due settimane abbiamo trovato 30 miliardi per calmierare e coprire il costo delle bollette ma la partita si giocherà soprattutto a livello europeo: abbiamo messo in sicurezza il nostro tessuto produttivo e già domani il decreto sarà portato in Cdm, ma fermare la speculazione è fondamentale e stiamo conducendo questa battaglia", spiega la premier nel corso dell'assemblea dei gruppi di FdI.

Intanto, in mattinata, sono stati eletti i nuovi capigruppo di Camera e Senato. A Palazzo Madama è stato eletto il senatore Lucio Malan al posto di Luca Ciriani, attuale ministro per i Rapporti con il Parlamento. L'ufficio di presidenza si completa con il senatore Raffaele Speranzon vicepresidente vicario e in qualità di vicepresidenti i senatori Salvatore Sallemi e Antonella Zedda. Alla Camera, invece, Tommaso Foti è il nuovo capogruppo di Fratelli d'Italia, eletto anche lui per acclamazione dai deputati di FdI riuniti a Montecitorio. Foti, che era vicepresidente vicario, ha preso il posto di Francesco Lollobrigida nominato nel frattempo ministro dell'Agricoltura. L'assemblea dei deputati di FdI ha anche eletto Manlio Messina come vice capogruppo vicario e, nel ruolo di vicepresidenti, Elisabetta Gardini, Massimo Ruspandini e Alfredo Antoniozzi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
meloni migranti





in evidenza
Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

MediaTech

Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker


in vetrina
Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


motori
Con la Nuova MINI Countryman C: tra le colline del Chianti

Con la Nuova MINI Countryman C: tra le colline del Chianti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.