A- A+
Politica

Di Tommaso Cinquemani
@Tommaso5mani

monti simbolo scelta civica

Oggi si aprono le consultazioni e come di rito il Presidente della Repubblica ascolterà i presidenti di Camera e Senato, i capigruppo e il premier Monti per decidere a chi dare l'incarico per formare un nuovo governo. Anche se le elezioni del 24 e 25 febbraio non hanno incoronato nessuno, è pur vero che Pierluigi Bersani è stato il candidato con il maggior numero di voti ed è quindi logico, nonché quasi certo, che il Capo dello Stato affiderà proprio a lui un mandato esplorativo con il quale Bersani cercherà di raggranellare i voti necessari al Senato per formare un governo e avere la fiducia in Aula.

Qui i nodi vengono al pettine, perché Bersani è lungi dall'avere l'appoggio dei grillini, assolutamente necessari per ottenere la fiducia se non si vuole ricorrere al Pdl (opzione che solo qualche deputato del Pd ha il coraggio di sussurrare). Quindi? Bersani dovrà tornare da Napolitano, ma, svelano ad Affari fonti di via del Nazareno, il segretario Pd vuole chiedere al Colle di affidargli comunque l'incarico per poi presentarsi in Aula e chiedere i voti alla luce del sole. Lo scopo sarebbe quello di stanare i grillini e mostrare al Paese la palese mancanza di responsabilità di un movimento che condanna il Paese ad un nuovo voto. Un finale con fuochi d'artificio in Aula, coadiuvante per le prossime elezioni.

Napolitano però non ha intenzione di affidare l'incarico a Bersani se non avrà i numeri, ma preferisce mantenere in carica Mario Monti fino all'elezione del nuovo Presidente della Repubblica e delle successive elezioni. Ma Monti non vuole assolutamente continuare a 'tirare la carretta' per altri sei mesi. Nell'immagine pubblica Scelta Civica è già il partito delle tasse e da qui all'autunno (data più probabile per il voto) di nuove tasse ce ne saranno di molte. A partire dall'aumento dell'Iva che dovrebbe salire al 22% a luglio. Ma anche la Tares, l'imposta comunale che sostituirà la Tarsu, sarà a detta degli amministratori locali una vera ghigliottina che svuoterà le tasche degli italiani degli ultimi spiccioli. A completare il quadro arriverà l'appuntamento con la legge di stabilità, la vecchia Finanziaria.

Tre appuntamenti che ridurranno a zero la possibilità di Monti di superare quota 10%, e che anzi, rischiano di affossare ancora di più un partito che, stando agli ultimi sondaggi, raccoglie il consenso del 6% degli italiani. Il Professore allora farà di tutto per evitare il ritorno alle urne e soprattutto cercherà di convincere Napolitano ad incaricare Bersani.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
montinapolitanobersanitassescelta civica
in evidenza
Affari continua a salire Ad agosto crescita del 40%

Dati audiweb

Affari continua a salire
Ad agosto crescita del 40%

i più visti
in vetrina
Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"

Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.