A- A+
Palazzi & potere
“Già pronti 50 milioni di dosi”. Mosca rimedia ai disastri dell’Ue

Dopo mesi di inutile burocrazia e tantissimo tempo sprecato, probabilmente più per una diffidenza politica che non un reale rischio sanitario, l’Europa tende la mano allo Spunitk V. E questa volta, lo fa in modo concreto, almeno a giudicare dall’annuncio proveniente dall’Agenzia europea del farmaco. L’Ema ha infatti confermato di aver avviato l’iter per la revisione del vaccino russo per valutarne la conformità agli standard dell’Unione europea “in materia di efficienza, sicurezza e qualità”.

Non ci sono ancora date ufficiali né giorni da cerchiare in rosso sul calendario (https://it.insideover.com/senza-categoria/gia-pronte-50-milioni-di-dosi-mosca-rimedia-ai-disastri-dellue.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect) ma ci troviamo senza ombra di dubbio di fronte a un potenziale punto di svolta. Anche perché, quasi in contemporanea con la comunicazione dell’Ema, è arrivato un messaggio ben preciso da Mosca. Kirill Dmitriev, capo del fondo sovrano russo che ha finanziato lo sviluppo dello Sputnik, è pronto a inondare l’Europa con decine di milioni di dosi. Le autorità russe sarebbero pronte a fornire ben 50 milioni di vaccini agli europei a partire da giugno, presumibilmente in seguito al via libera definitivo di Bruxelles.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    moscarussiavacciniueeuropasputnik
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

    Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.