A- A+
Palazzi & potere
Ingroia, tolta la scorta (con Minniti ministro). Di Matteo: "È in pericolo"

Il magistrato Nino Di Matteo pesa le parole: "La mafia e i potenti che colludono con la mafia non dimenticano". Eppure - annuncia in una manifestazione pubblica a Milano - lo Stato ha deciso di togliere la scorta ad Antonio Ingroia, scrive il Fatto. Ora avvocato, già giovane collaboratore di Paolo Borsellino, Ingroia è stato il pm palermitano che ha avviato le indagini sulla trattativa tra Stato e mafia, poi portate a processo da Di Matteo, il quale il 20 aprile 2018 ha ottenuto la condanna in primo grado di uomini delle istituzioni come Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, di boss di Cosa nostra come Leoluca Bagarella e Antonino Cinà e del "mediatore" Marcello Dell' Utri.

Tags:
ingroiadi matteoscorta
Loading...
in evidenza
Dayane Mello avvisa Belen "Antinolfi stava già con me"

"Apri gli occhi"

Dayane Mello avvisa Belen
"Antinolfi stava già con me"

i più visti
in vetrina
Raffaella Fico, foto col nuovo fidanzato: il ricco imprenditore Giulio Fratini

Raffaella Fico, foto col nuovo fidanzato: il ricco imprenditore Giulio Fratini


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
FCA: in luglio fino 10.000 € di bonus per l'acquisto di un auto del gruppo

FCA: in luglio fino 10.000 € di bonus per l'acquisto di un auto del gruppo


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.