A- A+
Politica

Massimo D'Alema affonda il premier e promuove il Rottamatore. E non rinuncia a dar consigli al Cavaliere. "Letta è solo un leader di transizione per un governo momentaneo e con un programma di scopo. Non sarà utile una seconda volta. Per il futuro immagino Gianni Cuperlo alla segreteria del partito e Matteo Renzi a Palazzo Chigi". Parola di Massimo D'Alema ospite di una piccola festa del Pd a Taizzano, in Umbria, secondo quanto viene riportato da un articolo sul "Fatto quotidiano".

"Cuperlo - ha aggiunto l'ex segretario democratico - è un leader politicamente e culturalmente valido. Esce dall'ultima grande scuola di politica in Europa, la mia, la Fondazione Italianieuropei che mi onoro di presiedere... E' una fabbrica di persone di successo". Il Pd? "Me ne sono andato dal partito. E se n'è andato anche Veltroni. Dicevano che con i nostri litigi rovinavamo il partito. Ora che ci siamo fatti da parte nel Pd continuano a litigare. Solo che a differenza di prima questi sono litigi da mezze calzette".

Quindi tocca al leader del Pdl. Silvio "Berlusconi - ha detto -dovrebbe dimettersi. E prima o poi lo farà. In effetti potrà continuare a fare politica anche al di fuori dal parlamento, come insegna Grillo. Grillo non è in parlamento non perchè non vuole ma perchè non può. E' un pregiudicato per un reato odioso, omicidio colposo. Quindi Berlusconi anche come pregiudicato arriva come secondo".

"Berlusconi non ha altre vie d'uscita che quella di accettare la sentenza e quindi la condanna - ha proseguito D'Almea -. Andrà ai domiciliari e poi ai servizi sociali. Siamo alla resa dei conti, al redde rationem e non per un complotto planetario ma per i reati che ha commesso" ha concluso.
 

Tags:
renzid'alemapd

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.