A- A+
Politica

Matteo Renzi non si era presentato, al Paese, nel dopo-Bersani, come il campione del rinnovamento, della rottamazione dei vecchi brontosauri? E adesso, invece, viene dipinto come il giovane e rampante premier, che governa, anzi, andreottianamente tira a campare, grazie a un patto d'acciaio con Berlusconi, il cui partito ha perso milioni di voti, è stato colpito da inchieste e arresti e che utilizza il suo potere di veto sui provvedimenti, che affosserebbero B. e la sua azienda.

Si tratta di un "paradosso felice", come lo ha definito Polito sul "Corriere della Sera", o di una ferita alla democrazia che, lo ha rilevato Travaglio, dovrebbe essere, in primis, rispetto delle critiche e delle minoranze? Tutti infami gufi e astiose civette quanti criticano, civilmente ma senza sguardi adoranti, come la Picierno e la Madia, i progetti di Renzi? Dalla liquidazione dei vecchi mandarini dei partiti è, dunque, spuntato il mutuo sostegno tra l'eterno Uomo di Arcore e il giovin ex Sindaco, che diventò primo cittadino di Firenze, anche grazie all'abile Verdini, il quale non sostenne il candidato forzista, Giovanni Galli? Questa "conventio ad escludendum" non ha mai ricevuto il disco verde degli elettori.

Presidente Napolitano, meglio salvare una legislatura nata morta, che si trascina tra blitz, penultimatum, di mastelliana memoria, e scontri parlamentari, anche fisici, o ridare le schede agli italiani?

Pietro Mancini

Tags:
renziberlusconiriforme
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.