A- A+
Politica
Renzi: i politici devono avere il coraggio fare le riforme

"Dobbiamo voler bene al futuro dei nostri Paesi: significa avere il coraggio di cambiare, il coraggio di vedere le cose che non vanno, di non fare come quelli che mettono la polvere sotto il tappeto e dicono 'va beh, tanto le cose cambieranno'". Lo ha affermato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, parlando a Istanbul al Forum economico italo-turco.

"Le cose - ha sottolineato il premier - cambiano soltanto se le facciamo cambiare noi. Vale per chi viene a investire fuori, per creare posti di lavoro, e rischia, scommette, ci prova. E vale anche per i politici, che devono avere il coraggio di fare le riforme. Specie in Italia, dove c'è bisogno di cambiare tante cose, di cambiare la pubblica amministrazione, di semplificare il fisco, di fare leggi più dure sulla giustizia ma anche di semplificare i procedimenti. Ma c'è bisogno di farlo partendo dal presupposto che se cambiamo le cose davvero, i nostri figli potranno essere orgogliosi di noi. Se continuiamo a rinviare ci condanneremo a un declino lento".

Tags:
riformerenzi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.