A- A+
Politica
Effetto Atene, Renzi sempre più debole. 2 ipotesi per il dopo. I nomi


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Matteo Renzi comincia a preoccuparsi. La vittoria schiacciante del no al referendum greco fa tremare Palazzo Chigi e il Nazareno, sede del Partito Democratico. A questo punto il governo italiano dovrà scegliere: stare con Tsipras e con le sue richieste di un accordo più 'morbido' o stare con Angela Merkel e la sua austerità? I sorrisini della settimana scorsa a Berlino, dopo il faccia a faccia con la Cancelliera, stavolta non bastano. Il premier-segretario è chiamato a una decisione. E non sarà per niente facile. Se sta con Atene rischia di perdere i centristi della maggioranza filo-Ue. Se si schiera contro Tsipras non farà altro che aumentare il dissenso all'interno della sinistra dem (già terremotata dall'uscita di Civati e Fassina). Non solo. C'è poi il quadro internazionale. Se la Grecia dovesse davvero andare verso l'uscita dalla moneta unica a quel punti la tensione sui mercati potrebbe addirittura aumentare, portando lo spread tra Btp e Bund a livelli pericolosi.

L'incubo 2011, quando Berlusconi fu costretto a lasciare la guida dell'esecutivo per far posto al filo-Bruxelles Monti, incombe su Palazzo Chigi e sul leader del Pd. Ambienti politici stanno in queste ore valutando diversi scenari, tra i quali anche quello di un "governo di emergenza" del Presidente (Sergio Mattarella) che metta insieme la maggior parte delle forze politiche per affrontare la possibile bufera finanziaria che potrebbe abbattersi sul nostro Paese. Renzi appare troppo debole e da solo, forse, non è all'altezza per fronteggiare la situazione. Due le ipotesi in campo. Un governo con dentro Pd, centristi, Sel e Movimento 5 Stelle potrebbe essere guidato da Laura Boldrini e sarebbe una compagine vicina a Tsipras e alle istanze di Atene. L'altra soluzione, che vede la riedizione delle larghe intese con Forza Italia e Silvio Berlusconi, porterebbe a Palazzo Chigi l'ex socialista Giuliano Amato, gradito in particolare all'ex Cav ma anche alla sinistra Pd e all'Ncd. Insomma, mentre Renzi prepara le contromosse nel Palazzo, dietro le quinte, si lavora al possibile dopo-Renzi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
matteo renzigreciareferendumgovernopd
in evidenza
Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

L'inverno è lontano

Ognissanti, caldo quasi estivo
Alta pressione da Nord a Sud

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.