A- A+
Politica
"C'è chi vuole fermare le riforme". Il governo pensa alla 'ghigliottina'

IN AULA A OLTRANZA - Da lunedi' 28 l'Aula del Senato esaminera' gli emendamenti al ddl Riforme dalle 9 del mattino alle 24, sabato e domenica compresi. Lo ha annunciato il presidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda, alla fine della capigruppo, durata oltre 2 ore. In Capigruppo, ha spiegato Zanda, il Pd ha chiesto "che tutti i gruppi producessero una consistente riduzione degli emendamenti mantenendo naturalmente quelli politicamente rilevanti. Questa richiesta non e' stata accolta e quindi abbiamo proposto che si operasse sull'orario di lavoro, e la maggioranza ha approvato. Da lunedi' 28 - ha sottolineato - incominceremo a lavorare dalle 9 del mattino termineremo alle ore 24 e lavoreremo anche nei fine settimana". Nessun contingentamento dei tempi, ma avanti a oltranza. E' questa la decisione assunta dalla conferenza dei capigruppo del Senato, durata oltre due ore, sull'esame delle riforme costituzionali. La decisione e' di andare avanti a oltranza - con sedute la prossima settimana dalle ore 9 alle 24, sabato e domenica compresi - per riuscire ad approvare il ddl: l'obiettivo rimane infatti quello di dare il via libera alle riforme costituzionali entro l'estate.

Avanti con le riforme. Matteo Renzi assicura: "Per cambiare l’Italia bisogna farle e le faremo". Il presidente del Consiglio, parlando a palazzo Chigi, ha spiegato: "Le immagini di qualcuno che vuole bloccare, fermare, ostruire il cammino delle riforme sono le immagini di chi pensa che si possa continuare così com’è. Ma per cambiare l’Italia bisogna fare le riforme e le faremo. Il governo è impegnato a testa alta e viso aperto per raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati".

Il governo pronto alla 'ghigliottina'

Slitta il voto agli emendamenti sul ddl Riforme. I lavori in Aula al Senato sono ripresi questa mattina, dopo che ieri il ministro Maria Elena Boschi ha difeso il testo uscito dalla Commissione Affari costituzionali definendo "vittima di un'allucinazione" chi parla di "svolta autoritaria". Parole che hanno provocato la reazione delle opposizioni, in particolare del M5s, che hanno contestato il ministro dai banchi di palazzo Madama.

Il timore di Palazzo Chigi è che il dibattito sulle riforme possa andare per le lunghe e l'approvazione finale possa arrivare addirittura a settembre. E poi c'è il pericolo del voto segreto dietro il quale potrebbero rifugiarsi i franchi tiratori. Ieri sono state presentate già diverse richieste in merito (da parte di Sel, M5s e dei dissidenti Pd Mineo e Tocci), anche se la decisione finale spetta al presidente del Senato Pietro Grasso.

L'ipotesi di un rinvio è esclusa con forza dal sottosegretario alle Riforme, Luciano Pizzetti (Pd): "Vogliono rinviare tutto a settembre, far chiudere l'Aula ad agosto con la riforma a metà strada. Lo impediremo con tutte le nostre forze. L'ostruzionismo è legittimo, ma è altrettanto legittimo, nel pieno e rigoroso rispetto dei regolamenti e delle procedure parlamentari, usare gli strumenti che consentono di arrivare al voto in tempi ragionevoli - ha detto in un'intervista ad Avvenire -. Se le cose continuassero così la ghigliottina non sarebbe uno scandalo. In ogni caso valuteremo prima altri interventi, ad esempio un'attenta valutazione degli emendamenti da bocciare, in modo da farne decadere altri a catena e ridurre il numero delle votazioni".

Tags:
riforme
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.