A- A+
Politica
"Sblocca Italia": Napolitano firma il decreto

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato oggi il decreto "Sblocca Italia". Proprio oggi il ministro per le Infrastrutture, Maurizio Lupi, aveva annunciato una delle novità contenute nel dl: l'allentamento del Patto di stabilità interno a favore dei Comuni per un importo di 550 milioni di euro in due anni al fine di poter fare investimenti in opere pubbliche. Per il 2014 si potranno utilizzare 250 milioni in deroga al patto di stabilità mentre gli altri 300 milioni per tutti i Comuni che hanno risorse e vogliono realizzare opere sul loro territorio.

Queste le principali misure del decreto sintetizzate dal ministro Lupi.

ALTA VELOCITA': Per l'Alta velocita' Bari-Napoli sono stanziati 2,2 miliardi. "E' un fatto concreto: i lavori inizieranno il primo novembre 2015 - ha detto Lupi - e senza le misure del decreto avremmo dovuto aspettare il primo gennaio 2018". Si stimano 4mila posti di lavoro a regime per gli 8 anni. Per la Palermo-Messina-Catania si prevedono 2mila operai assunti e l'obiettivo e' quello di percorrere la distanza fra Palermo e Catania in un'ora e mezza. Il primo lotto che partira' il primo novembre 2015 sara' quello da Catania a Enna, per un investimento di 850 milioni di euro.

OPERE COMUNI IN DEROGA PATTO: I Comuni potranno fare investimenti in opere pubbliche in deroga al patto di stabilita' interno per 550 milioni di euro in due anni.

AUTOSTRADE: "Ci saranno 10 miliardi di investimenti di privati per lavori che possono essere immediatamente cantierati, questo - ha chiarito Lupi - dovra' essere fatto insieme con l'Europa".

AEROPORTI: con il provvedimento vengono sbloccate tutte le risorse che sono ancora bloccate. Le novita' prevedono che tutte le opere di interesse strategico per il Paese previste nel piano regolatore non necessitano di altre autorizzazioni da parte degli enti locali per ogni singola opera.

PORTI: Lupi ha assicurato che "la riforma portuale non si ferma, c'e' un segnale fortissimo". Tuttavia, "l'accorpamento delle autorita' portuali avverra' all'interno di un disegno strategico".

BANDA LARGA: si prevede uno sconto fiscale del 50%.

TEMPI: entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale ci sara' un decreto che rendera' operativa l'assegnazione delle risorse da parte del ministero dell'Economia e dei Trasporti. "Non possiamo perdere neanche un mese per il rilancio delle opere - ha concluso Lupi - se non si cantierizza i fondi verranno ritirati".

Tags:
sblocca italianapolitanodecreto

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.