A- A+
Politica
Schlein e Meloni, le "nemiche-amiche": Giorgia subisce il fascino di Elly

Giorgia Meloni affascinata da Elly Schlein

C’è un indizio rivelatore che qualcosa è cambiato da quando Elly Schlein ha vinto la corsa alla segreteria del Pd: Giorgia Meloni, per il discorso dell’8 marzo festa della donna, ha ripreso pari pari una citazione che aveva in realtà fatto la Schlein stessa nel suo discorso di insediamento alla segreteria e cioè che “le donne hanno un vantaggio perché non le vedi arrivare”. Questo tipo di frasi per la Meloni hanno la stessa potenza iconica di un mantra tibetano perché la psicologia della Meloni è complessa e non banale e può essere conosciuta e soprattutto riconosciuta solo da chi conosce bene la sua storia.

La leader di Fratelli d’Italia, infatti, viene da una storia molto diversa da quella usuale. È, per sua stessa ammissione, una “underdog”, una “che non ce la poteva fare”, perché troppo tutto: troppo sfortunata, troppo sola, troppo grassa (da giovane e quindi bullizzata), troppo bassa, troppo a destra, troppo donna, troppo intelligente, troppo ambiziosa: insomma una “anomalia del sistema” direbbe Morpheus in Matrix. Il suo carattere si è forgiato nella lotta dura e selvaggia, non per niente i suoi interessi sono i romanzi di J.R.R. Tolkien, in primis Il Signore degli anelli e il regista Quentin Tarantino con il film preferito Kill Bill che la dice lunga sulla sua visione della vita.

Come la dicono lunga i suoi interessi per l’horror, dove il suo scrittore preferito è Stephen King dei cui film è tutt’ora ghiotta divoratrice insieme a pochi amici, con la fedele compagnia di patatine fritte e qualche caramellina che sgranocchia avidamente ipnotizzata dallo schermo. Anche nella musica i conti tornano, visto il suo interesse per il metal duro con i Rammstein, gli Iron Maiden, i Metallica e i Depeche Mode, questa passione condivisa anche con la madre Anna Paratore. E poi c’è un altro fattore da tenere presente per spiegare alcune apparenti ambiguità. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
guccinimelonipoliticaschlein





in evidenza
Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

Guarda le foto

Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.