A- A+
Politica
Senato, Grasso: "Non abolitelo". Renzi: "La musica deve cambiare"

Matteo Renzi non fa nessun passo indietro sulla riforma del Senato. A Pietro Grasso, attuale presidente, che chiede di non abolirlo, il premier non dà segnali di retromarcia. E un esponente del governo come Maurizio Martina, in un'intervista ad Affari, precisa: "Non si tratta di abolizione ma di riconfigurazione. E la faremo". Grasso, in una lunga intervista a Repubblica, aveva chiesto che la "camera alta" restasse un’assemblea degli eletti e aveva invitato a non procedere a riforme a colpi di voti di fiducia.

"Capisco le resistenze di tutti - ha commentato Renzi in un’intervista al Tg2 -, ma la musica deve cambiare. I politici devono capire che se per anni hanno chiesto di fare sacrifici alle famiglie ora i sacrifici li devono fare loro".

Tags:
grassosenatorenzi
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Duster protagonista del my Dacia road 2022

Duster protagonista del my Dacia road 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.