È stato firmato a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, l’accordo per la riconversione della Bridgestone nel corso dell’incontro tra ministero, azienda, sindacati e rappresentanti delle istituzioni locali.

“È una giornata estremamente positiva - commentano in una nota congiunta il sindaco di Bari Michele Emiliano e il vice sindaco Alfonso Pisicchio (che ha partecipato all’incontro)  - se consideriamo che solo pochi mesi fa la Bridgestone annunciava la chiusura irreversibile dello stabilimento barese e che oggi, invece, sigliamo un accordo per la riconversione dell’impianto".

Bridgestone Emiliano

È stato firmato a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, l’accordo per la riconversione della Bridgestone nel corso dell’incontro tra ministero, azienda, sindacati e rappresentanti delle istituzioni locali.

“È una giornata estremamente positiva - commentano in una nota congiunta il sindaco di Bari Michele Emiliano e il vice sindaco Alfonso Pisicchio (che ha partecipato all’incontro)  - se consideriamo che solo pochi mesi fa la Bridgestone annunciava la chiusura irreversibile dello stabilimento barese e che oggi, invece, sigliamo un accordo per la riconversione dell’impianto".

Bridgestone Emiliano

È stato firmato a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, l’accordo per la riconversione della Bridgestone nel corso dell’incontro tra ministero, azienda, sindacati e rappresentanti delle istituzioni locali.

“È una giornata estremamente positiva - commentano in una nota congiunta il sindaco di Bari Michele Emiliano e il vice sindaco Alfonso Pisicchio (che ha partecipato all’incontro)  - se consideriamo che solo pochi mesi fa la Bridgestone annunciava la chiusura irreversibile dello stabilimento barese e che oggi, invece, sigliamo un accordo per la riconversione dell’impianto".

Bridgestone Emiliano
A- A+
PugliaItalia
foto(22)

È stato firmato a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, l’accordo per la riconversione della Bridgestone nel corso dell’incontro tra ministero, azienda, sindacati e rappresentanti delle istituzioni locali.

“È una giornata estremamente positiva - commentano in una nota congiunta il sindaco di Bari Michele Emiliano e il vice sindaco Alfonso Pisicchio (che ha partecipato all’incontro)  - se consideriamo che solo pochi mesi fa la Bridgestone annunciava la chiusura irreversibile dello stabilimento barese e che oggi, invece, sigliamo un accordo per la riconversione dell’impianto".

Bridgestone Emiliano

"L’incontro tra la forte volontà delle istituzioni pubbliche e l’intelligenza di lavoratori, sindacati e azienda ha permesso di ridare respiro ad un comparto industriale importante in un momento economico drammatico come quello attuale. È il segnale che lavorando insieme, con la dovuta attenzione, si possono superare le difficoltà e restituire serenità e futuro ai lavoratori e alle loro famiglie”.

SPECIALE LAVORO PUGLIA: Puglia esclusa da incentivi imprese/ Le novità sulle imprese del “Decreto del fare” di Letta/ Il caso Natuzzi: nuove commesse?Settore dell’edilizia in crisi anche in Puglia/  La crisi che sta scuotendo il settore industriale barese / Cgil Bari, Gesmundo: “Servono politiche sociali”/ Le videointerviste agli operai OM

La società con sede a Zaventem (Bruxelles) ha spiegato che il punto saliente del piano di riconversione dello stabilimento barese sarà la focalizzazione della produzione esclusivamente verso il segmento degli pneumatici general use, incrementando la competitività dello stabilimento e riducendo, nel contempo, il costo di conversione nel suo complesso.

Bridgestone(1)

L’accordo per implementare il piano di conversione è stato firmato da tutte le parti coinvolte nella trattativa (Bridgestone, Istituzioni Locali, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Invitalia e Organizzazioni Sindacali), sotto la supervisione del Ministero dello Sviluppo Economico. Questo accordo delinea la possibilità di mantenere nella stabilimento di Bari importanti attività industriali, “a condizione che – grazie all’impegno di tutte le parti coinvolte – si raggiungano i prefissati obiettivi di produttività e costo di conversione”.

I numeri previsti: la società garantirà 31 milioni per nuove linee, mentre le istituzioni con il coinvolgimento di Invitalia finanzieranno il 40% dell'intervento. “È la migliore soluzione possibile - ha spiegato Flavio Zanonato, ministro dello Sviluppo Economico -, l'intesa esclude una soluzione esterna per l'impianto di cui era annunciata la chiusura immediata. Abbiamo fatto un'ottima operazione”.

Franco Annunziato, Amministratore Delegato di Bridgestone Europe, ha dichiarato: ”Prima di tutto, il Gruppo vuole esprimere il proprio apprezzamento verso i dipendenti dello stabilimento di Bari per aver sempre mostrato un atteggiamento costruttivo, elemento che ha inciso in maniera determinante sulla buona riuscita della trattativa”. “Tutte le parti coinvolte nel piano di conversione - ha concluso Franco Annunziato - hanno agito con grande responsabilità e l’accordo di oggi è il chiaro risultato degli sforzi congiunti profusi durante questi 6 mesi di dialogo”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bridgestonebariaccordopisicchioemiliano
i blog di affari
Barbero sempre attaccato da quando si è dichiarato contro il Green Pass
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.