A- A+
PugliaItalia
'Caro Ulivo, ti scrivo' Massimo Quarta Accademia delle Belle Arti di Lecce

Visioni dal pianeta Terra

 

Sembrano creature uscite dalle pagine del romanzo fantascientifico di Jack Finney le farboline e i farbonauti di Massimo Quarta, che ha vestito la copertina di Caro Ulivo, ti scrivo con una fanta-contemporanea dea madre all’ombra del secolare, anzi millenario, Ulivo.

 

Ulivo che popola anche i paesaggi visionari dell’artista novolese, tra i più brillanti protagonisti pugliesi dell’arte contemporanea. Una dea madre raccolta quasi in atto di preghiera, sotto una pioggia di foglie di ulivo che si confondono con le le lingue di fuoco, omaggio alla “focara” ma anche forte richiamo alla spiritualità. La terra è anche anima e noi, umanità di terzo millennio, continuiamo a profanarla, a violentarla quando invece dovremmo amarla come la più sensuale delle creature. 

 

 

Un percorso artistico, quello di Quarta, partito nel 1996, quando dipingeva le realtà metropolitane, catturando l’essenza della dinamicità, i ritmi frenetici, contrapponendo ai volumi delle strutture il cercatore non di oro, un omino alla ricerca dei propri sogni, di un ideale lontano da raggiungere. Forse superando l’atmosfera, raggiungendo luoghi lontani anni luce, sconfinando in galassie popolate da ultracorpi alieni con i quali entrare in contatto? Che siano arrivati da lì i suoi ultracorpi?

 

Nati da una sorta di bozzolo, qui sulla Terra hanno assunto sembianze antropomorfe, tutti caratterizzati da un enorme occhio-orifizio: che sia una sorta di punto di contatto tra noi e loro? Sta di fatto che farbonauti e farboline hanno cominciato a popolare le sue tele fino ad uscire dallo spazio pittorico acquisendo una tridimensionalità tale da poterli toccare con mano, incontrare in auto, al supermercato, al tavolino di un bar, nei luoghi della quotidianità nelle avveniristiche città che ha ritratto nei suoi dipinti lasciando che le visioni estetiche diventassero pretesti per interrogarsi sul senso della vita, sulle relazioni umane, sul rapporto uomo-natura-ambiente.

 

In un tempo mediatico, dove paradossalmente la comunicazione veloce annulla quasi il dialogo e il confronto diretto, Massimo Quarta ha plasmato le sue creature con la stessa sostanza dei sogni – ma anche, probabilmente, degli incubi contemporanei - imprigionandovi i propri pensieri, il suo modo di vivere la pittura e l’arte. 

 

-----------------------------------

 

copcarouilvo
 

Un incontro nel segno dell’Arte e della Scrittura nel Portico Gotico del Palazzo dell’Accademia di Belle Arti di Lecce., per presentare il libro “Caro Ulivo, ti scrivo” (edizioni Il Raggio Verde): un lavoro corale che vede insieme sette scrittori Lucia Accoto, Grazia Barba, Luigi Caricato, Pino De Luca, Antonio Errico, Giuseppe Pascali, Maria Pia Romano e un artista, Massimo Quarta.

 

Otto punti di vista differenti per suggestive visioni sull’olio e l’olivo, l’oro giallo di Puglia e la pianta monumentale che è elemento identitario, icona stessa della regione.  Un libro che dà il via ad un progetto editoriale più ampio la collana “Storie e Natura” che nasce dal desiderio di accostare letteratura e arte. Da un lato le immagini pittoriche che dalla copertina entrano nelle pagine, quasi a scandire la narrazione, dall’altro i testi che sconfinano nei più diversi generi letterari, dalla lettera alla prosa, dal giallo al romanzo breve

 

Gli autori di Caro Ulivo, ti scrivo hanno imbastito storie perfettamente aderenti al tema della collana che - scrive Giusy Petracca nella prefazione – nasce dal desiderio di raccontare il paesaggio attraverso brevi racconti a firma di giornalisti e scrittori pugliesi che in queste pagine ci hanno affidato i loro pensieri: emozioni e visioni su una pianta millenaria, venuta dall’antico Oriente, con il suo olio, autentica ricchezza del nostro territorio, da sempre simbolo di pace.

 

All’incontro con gli Autori parteciperà anche l’artista Massimo Quarta, ex allievo dell’Accademia di Belle Arti, il quale ha realizzato la copertina del libro ed interverrà sul rapporto tra immagine e narrazione.   La presentazione del libro, infatti, dovrà essere anche occasione per affrontare il tema della lettura di un’opera d’arte contemporanea e vedrà, dopo i saluti del direttore Claudio Delli Santi, gli interventi del prof. Antonio Basile, del prof. Alessandro Laporta, della storica dell’Arte Marina Pizzarelli e della scrittrice Maria Grazia Anglano

 

L’evento sarà impreziosito dalla lettura di alcuni stralci dei testi del libro a cura degli Studenti dell’Accademia e dalle incursioni live del flautista Gianluca Milanese che renderà omaggio a Lucio Dalla, nell’anniversario della nascita, riproponendo al pubblico “Caro amico, ti scrivo” brano che ha ispirato il titolo del libro.

La manifestazione patrocinata dall’Accademia di Belle Arti di Lecce è organizzata dall’associazione “e20Cult” in collaborazione con la casa editrice Il Raggio Verde.

Ingresso libero. 

 

Gli Autori

 

Lucia Accoto, giornalista e autrice di programmi Tv, editorialista per il portale “Culturia Channel”. Ha pubblicato Misteri e delitti nel Salento (Pensa, 2006) e “Mena”, (edizioni Il Raggio Verde, 2014).

Grazia Barba, dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza all’Università degli studi di Pisa e lavorato a lungo nella capitale nel settore delle comunicazioni è rientrata nella sua terra d’origine, il Salento, dedicandosi anima e cuore all’Azienda agricola “Donna Oleria”.

Luigi Caricato, scrittore e oleologo, è autore di alcune decine di pubblicazioni sull’olio. Ha ideato Olio Officina Food Festival e dirige le riviste Olio Officina Magazine e, in lingua inglese, Olio Officina Globe.

Pino De Luca, docente di Informatica all’IIS “E. Fermi” di Lecce, enogastronomo, collabora con il Nuovo Quotidiano. Di Puglia e scrive per VinoWay di Birra e Distillati. Di recente pubblicazione Per Canti e Cantine” (Ed. Kurumuny).

Antonio Errico è nato a Sannicola dove vive e lavora come dirigente scolastico di un liceo. Ha scritto numerosi libri,saggi e racconti in volumi collettivi. Nel 2014 ha pubblicato La pittora dei demoni, Manni editori, collabora con le pagine culturali di quotidiani e periodici, riviste culturali e scolastiche.

Giuseppe Pascali, giornalista e scrittore, collabora con La Gazzetta del Mezzogiorno ed è direttore responsabile del quotidiano online “Salentoinlinea.it”. Il suo ultimo romanzo, Il Sigillo del Marchese (Lupo editore) si è classificato secondo al concorso nazionale “Protagonisti 2014”.

Maria Pia Romano giornalista, ha all’attivo quattro raccolte di poesia e tre romanzi “Onde di follie” e “L’Anello inutile” editi da Besa e “La cura dell’attesa” (Lupo editore).Le sue poesie sono state tradotte per il festival della letteratura italiana in Brasile.

Massimo Quarta ha all’attivo numerose mostre personali e collettive tra cui spicca la partecipazione all’Anteprima a Napoli della Quadriennale di Arte Contemporanea. Hanno scritto di lui, tra gli altri: V. Abati, P. Balmas, L. Beatrice, M. Cazzato, T. Carpentieri, Marina Pizzarelli.

 

Gianluca Milanese

 

Gianluca Milanese svolge attività concertistica sia da solista che in formazioni da camera (dal duo all'ottetto) e orchestrali (The Original Big Band; Orchestra dell'Università di Lecce; Sidma Jazz Orchestra). Ha suonato al fianco di musicisti di chiara fama internazionale tra i quali: Riccardo Muti, Alirio Diaz, Richard SinclairNoa, Ambrogio Sparagna, Franco Battiato, Gianna Nannini, Piero Milesi, Lucio Dalla, Peppe Servillo, Solis String Quartet. È, inoltre, l'unico flautista italiano ad aver suonato con Joe Zawinul pianista austriaco e leader dei Weather Report. Dal 2009 ricopre il ruolo di Direttore Artistico del Festival Maggio Musicale Salentino.

 

 

Tags:
quartaulivoaccademiaartileccefulvio
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.