A- A+
PugliaItalia
Comunali, Pisicchio in campo: "Troppe richieste muscolari senza contenuto"

Bari – Ci sono il “giovane”, l’“imprenditore”, il “professionista” e il “ciclista incerto”. Sembrerebbe l’inizio tipico di una storiella goliardica ed invece è la carrellata che il vicesindaco riserva ai competitor in campo per le prossime Comunali. Alfonso Pisicchio rompe ufficialmente gli indugi e annuncia la volontà di correre per Palazzo di Città, mentre i democratici rimettono insieme i pezzi del post Congresso ed il fuoco incrociato infiamma il centrodestra: “Se il mio movimento me lo chiederà sarò candidato”.

COMUNALI/ Centrodestra ad alta tensione. FI: “Ncd non parli di lealtà”/ LA LETTERA/ Pisicchio: “Ecco il mio progetto per Bari”

"Si chiedono le primarie per la scelta del candidato sindaco di Bari. Va bene, ma con quali idee?", striglia gli alleati, dalla sala gremita dell’hotel Excelsior, “stiamo assistendo al proliferare di autoinvestiture o presunte tali, richieste muscolari di primarie senza spiegare ai cittadini con quali regole e con una sola, triste costante: la mancanza di contenuti”, spiega, per nulla intenzionato a fare da foglia di fico di equilibri stabiliti altrove.

                                                                                                           (video di A.V.Gelormini)

E se il tavolo di coalizione non si riunirà prima di mercoledì, non è un mistero che i ritratti tracciati in apertura siano quelli di Pietro Petruzzelli, tornato in pressing sui gazebo dopo la kermesse nazionale dem, ma anche di Giacomo Olivieri e del numero uno di AdP, Mimmo Di Paola. E di Antonio Decaro, golden boy ai box che lo stesso segretario regionale Blasi ha invitato a smettere di sfogliare la margherita: a fare da spartiacque sarà il 23 dicembre, giorno dell’udienza che dovrebbe far luce sulla posizione giudiziaria dell’ex capogruppo, in discesa nel borsino dei pretendenti, mentre salgono le voci che lo vorrebbero in lizza per un posto da sottosegretario. Il diretto interessato smentisce. Solo fantapolitica?

Pisicchiocandidato
 

"La politica sta abdicando al suo ruolo visionario e lo ha sostituito col leaderismo esasperato e con il marketing ma non sia un gioco. Soprattutto quando riguarda la vita di una città come Bari”, chiarisce Pisicchio, rimarcando di non essere mai stato associato a “situazioni immorali o di cui la Magistratura si sia occupata”.

GLI ALTRI/ Olivieri in campo: “Officine e cantieri vuota retorica”/ EMILIANO/ "L'Udc chiarisca, i candidati allo scoperto"/SCHITTULLI lascia: "Non sarò candidato Sindaco"/CIVATI/ "Decaro ottimo candidato Sindaco. Anche se renzianoABBATICCHIO: "Io candidato ma con riserva"

Le linee programmatiche sono la prosecuzione di quelle tratteggiate nella lettera aperta ai cittadini di qualche settimana fa: dalla vocazione meticcia della città al dialogo interreligioso, passando per il recupero dei grandi contenitori culturali quali il Kursaal Santalucia e l’Auditorium Nino Rota, ma anche l’ambizione di diventare Capitale meridionale del Cinema e il rapporto con “i 22 km di costa a disposizione”, facendo i conti con i cambiamenti strutturali che il passaggio a Città metropolitana impone e le necessità in fatto di Welfare, ambiente e commercio. Una partita troppo grande per decidersi in pochi e tra le cui variabili tornano i destini di Michele Emiliano, Nichi Vendola e del civico più ambito di Lungomare Nazario Sauro, tanto che negli ultimi giorni torna a farsi il nome di Michele Laforgia come possibile nome da spendere per succedere al Gladiatore. Il neo segretario provinciale Pd, Pagano ha provato a lanciare l’amo, citando febbraio come data per le consultazioni popolari. Aspettando l’antivigilia.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pisicchiocittàbariesibizionimuscolifuturo
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.