A- A+
PugliaItalia
Decaro aggiusta il tiro: 'Le scuse, alla famiglia'

Antonio Decaro aggiusta il tiro, dopo l'intervento di Michele Emiliano, neo-segretario regionale Pd, all'assise post-primarie di Realtà Italia e dichiara: "Le uniche persone a cui devo chiedere scusa sono mia moglie e le mie due figlie, perché con i ritmi di questa campagna elettorale, le sto trascurando".

"Per il resto - aggiunge Decaro in una nota diffusa - noi stiamo pensando a preparare un programma rivoluzionario per Bari, che parte dalla trasparenza, dal rispetto delle regole, dall’innovazione, dalla tutela dei più deboli".

"Chi vuole stare con me, dovrà impegnarsi su questi principi, invece di pensare ad agitare slogan demagogici, a fare pressioni o a chiedere poltrone. Questi atteggiamenti non sono una mancanza di rispetto a me, ma ai baresi, che mi hanno investito di un mandato che io onorerò con tutto me stesso".

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
decaroscuseprogrammasindaco
i blog di affari
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo
Porto di Trieste, sgombero con gli idranti: il "potere" che spegne la rivolta
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.