A- A+
PugliaItalia
Fratelli d'Italia conferma sostegno a Schittulli: "Adriana, ripensaci!"

Marcello Gemmato e Filippo Melchiorre, insieme al candidato alla presidenza della regione Puglia, Francesco Schittulli, ufficializzano per conto di Giorgia Meloni a Bari la decisione assunta dal partito di continuare a sostenere in Pglia la candidatura originale dell'oncologo e presidente della Lilt.

Invitando Adriana Poli Bortone a ritirare la sua candidatura, anche in funzione dell'oggettiva considerazione che essa non ha provocato il percorso unitario auspicato. Anzi, sopraggiunta a bufera in corso, ha addirittura preso le vesti di "una proposta a dividere e punire".

Questi gli interventi nell'improvvisata e tardiva conferenza stampa nel quartier generale di Francesco Schittulli, del candidato alla presidenza della Regione Puglia per il centro-destra, del segretario regionale di Fratelli d'Italia, Marcello Gemmato e del Capogruppo di Fratelli d'Italia, Filippo Melchiorre:


Schittulli: Ringrazio vivamente Fratelli d'Italia- An dall'onorevole Giorgia Meloni a Marcello Gemmato, Filippo Melchiorre è tutta la classe dirigente Devo dare atto che il loro comportamento all'insegna della coerenza e lealtà sono rari in questa politica. Per questo la Puglia che sogno è quella rappresentata proprio da giovani come loro che mantengono fede ai valori e ideali finalizzati a costruire una buona politica che poi è alla base di un buon governo di un Paese e di una Regione.
Sono convinto che vi possano essere  ancora margini affinché,  senza se e senza ma, si possa arrivare all'unita' di tutta la coalizione di centrodestra per cambiare il destino dei pugliesi.

Schittulli Fd'I
 


Gemmato: il nostro presidente nazionale, Meloni, in un comunicato ha ufficializzato nuovamente la nostra posizione, quella che abbiamo sempre coerentemente tenuto fin dall'inizio: noi proseguiamo con Schittulli e rivolgiamo un invito alla Poli Bortone  a convergere su Schittulli, tenuto conto che è stata proprio lei ad aver creduto per prima i lui e aver convinto noi a sostenerlo. È stata lei a commuoversi alla convention di presentazione della candidatura a Bari. È stata lei la settimana scorsa a salire sul trattore insieme a Schittulli alla Meloni per ribadire l'importanza di affidare il futuro della Puglia all'oncologo suo amico.
Ora cosa è cambiato in soli tre giorni? Perché il nostro partito dovrebbe cambiare idea e non sostenere più il professore? Forse è bastata una telefonata di Silvio Berlusconi per far venire meno la parola data?!? Abbiamo una faccia è una dignità che vale più di un atto notarile.
Conosciamo la Poli Bortone e la sua gloriosa storia politica e non può concluderla con un'onta del genere: spaccare il centrodestra in due e consegnare ancora una volta la Puglia al centrosinistra.
Alla Poli Bortoni l'invito a ritornare sui suoi passi e a ritirare la candidatura!


Melchiorre: in queste ore concitate su Facebook una militante ci scriveva se scegliete la Poli Bortone mi fate vergognare di essere di destra! Nessuno ci deve dividere per battaglie di partito. Da sempre abbiamo messo al primo posto i valori prima di tutto. La coerenza e la lealtà non sono per noi negoziabili. Il nostro candidato senza se e senza ma resta Francesco Schittulli, abbiamo il dovere morale di cambiare il destino dei pugliesi sul campo della coerenza e lealtà si può vincere.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
schittulligemmatomelchiorrepoli bortone
Loading...
i blog di affari
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
Aggio esattoriale da abolire: denuncia di PIN
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.