A- A+
PugliaItalia
Il messaggio di Emiliano al PD Puglia. "Bellissimo le donne capolista alle Eurepee. Non c'è più bisogno di candidare anche me"
Il segretario regionale del PD pugliese Michele Emiliano ha inviato questo messaggio ai militanti del PD della Puglia che in queste ore si sono pronunciati sulle scelte del partito nazionale in merito alle candidature alle Europee:
 
"Quando nel febbraio scorso Matteo Renzi mi chiese di rinunciare ad un ruolo di governo per assumere la guida della lista del PD nel Sud Italia avevo obbedito con gioia. La sua proposta mi offriva la possibilità di dare voce al Mezzogiorno che era rimasto politicamente assente nel nuovo governo. Mi veniva così affidato il compito di costruire il PD del Sud e di connetterlo all'Europa ed alle sue istituzioni. Queste le ragioni che ci avevano convinto ad accettare la candidatura e a rafforzarla attraverso quella di Elena Gentile, Stefano Minerva e Rosaria Liserri.
 
La segreteria nazionale ha poi deciso di far guidare tutte e 5 le liste delle europee da donne, al fine di valorizzare, con forza, la questione di genere.
 
Ho subito salutato con favore questa scelta, consapevole che sarei stato sostituito da Pina Picierno, componente della segreteria nazionale con la delega al Mezzogiorno ed alla legalità.
 
Il partito avrebbe guadagnato in freschezza e competenza.
 
Ho dunque subito fatto presente a Matteo Renzi che non c'era più bisogno di candidare anche me alle elezioni europee. Ma il segretario ha comunque ritenuto necessario candidarmi, pur non avendo io espresso alcuna mia personale aspirazione al ruolo di parlamentare europeo. 
 
Comprendo dunque la vostra amarezza, ma devo dirvi che essa non ha fondamento perché il segretario ci ha chiesto questo impegno supplementare, senza porre alcuna condizione sui nostri futuri progetti politici, anzi sollecitandomi a seguire con la massima attenzione la preparazione delle prossime elezioni regionali senza escludere alcuna ipotesi.
 
Accolgo dunque il vostro documento come un invito a discutere al più presto se accettare o meno la candidatura alle europee alla luce delle mutate esigenze del partito.
 
Nel frattempo vi prego comunque di considerare che l'immagine delle liste del PD guidate da giovani donne è bellissima e commovente, densa di grandi significati politici.
 
Dunque manteniamo la calma e ragioniamo serenamente per trovare assieme al nostro segretario nazionale la migliore soluzione per il PD, per il Sud e per l'Italia."
Iscriviti alla newsletter
Tags:
emilianorenzipugliadonneeuropa
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.