A- A+
PugliaItalia
Premio Tatarella

Al termine della prima seduta pubblica della Giuria scientifica della XIV edizione del Premio Letterario Città di Bari “Pinuccio Tatarella”, che si avvale del sostegno di Amgas srl., il presidente Walter Pedullà ha comunicato alla stampa i titoli finalisti per le sezioni saggistica e narrativa.

Nel presentare alla stampa i testi proposti dai giurati - 18 in tutto -, il presidente Walter Pedullà ha motivato la scelta della giuria di limitare quest’anno a tre i testi finalisti di narrativa e a due quelli di saggistica. “A fronte della mia esperienza di giurato nell’ambito di diversi premi letterari nazionali - ha spiegato - ho rilevato personalmente la difficoltà dei lettori di affrontare un gran numero di testi e dunque ho condiviso l’idea di indicare solo cinque finalisti. Una scelta che risponde anche ad un criterio di economicità”.

Compongono la giuria scientifica, al fianco del presidente Pedullà, Ettore Catalano, Luca Doninelli, Costantino Esposito, Giuseppe Farese, Isabella Bossi Fedrigotti, Loredana Lipperini, Raffaele Nigro e Marco Santagata.

I tre romanzi e i due saggi prescelti, che verranno sottoposti nei prossimi mesi al giudizio della Giuria dei lettori composta da studenti delle quarte classi delle scuole superiori di secondo grado e da studenti iscritti nelle università del territorio pugliese, sono:

Sezione narrativa

·        Laura Bocci: “La seconda India”, Manni

·        Filippo Bologna: “I pappagalli”, Fandango

·        Giuseppe Lupo: “L’ultima sposa di Palmira”, Marsilio ed.

Sezione saggistica

·        Giuseppe Vacca: “Vita e pensieri di Antonio Gramsci”, Einaudi

·        Pasquale Porro: “Tommaso d’Aquino. Un profilo storico-filosofico”, Carocci. 

--------------------------------

L’elenco dei testi in concorso, individuati come prevede il disciplinare, dagli stessi componenti della giuria scientifica:

1) Fausta Garavini: “Storie di donne”, Bompiani ed.

2) Lella Ravasi Bellocchio: “L’amore è un’ombra”, Mondadori ed.

3) Stefano Benni: “Di tutte le ricchezze”, Feltrinelli ed.

4) Giuseppe Vacca: “Vita e pensieri di Antonio Gramsci”, Einaudi

5) Francesco Permunian: “La casa del sollievo mentale”, Nutrimenti ed. Abbracci

6) Andrea Moro: “Parlo dunque sono”, Adelphi ed.

7) Maria Pia Veladiano: “Il tempo è un dio breve”, Einaudi ed.

8) Pasquale Porro: “Tommaso d’Aquino. Un profilo storico-filosofico”, Carocci ed.

9) Ginevra Bompiani: “La stazione termale”, Sellerio ed.

10) Lorella Bosco: “Tra Babilonia e Gerusalemme”, Bruno Mondadori ed.

11) Giuseppe Lupo: “L’ultima sposa di Palmira”, Marsilio ed.

12) Riccardo Jacona: “Se questi sono gli uomini”, Chiare Lettere ed.

13) Gaetano Cappelli: “Romanzo irresistibile della mia vita vera”, Marsilio ed.

14) Mirella Serri: “Sorvegliati speciali”, Longanesi ed.

15) Filippo Bologna: “I pappagalli”, Fandango ed.

16) Anna Lisa Andreoni: “La via della dottrina”, E.P.S. ed. PISA

17) Laura Bocci: “La seconda India”, Manni ed.

18) Nino Borsellino: “Il poeta giudice”, Aragno ed.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tatarellapremiocittà di bariconcorsoletterario
i blog di affari
BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
Boschiero Cinzia
Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
di Avv. Francesca Albi*
Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.