A- A+
Il Sociale
#maipiunivisibile un hashtag e un sms solidale contro la violenza domestica

Una donna vittima di violenza domestica è una donna invisibile. Raramente ciò che subisce tra le pareti di casa appare evidente anche a chi le sta più vicino: amici, conoscenti, parenti. L’invisibilità è una condanna, un muro che isola dagli altri chi è vittima di violenza. E’ la negazione di ogni possibile alternativa.

La campagna, in corso dal 5 al 19 marzo, ha due obiettivi:
- Raccogliere fondi per impedire la chiusura di 5 Centri Antiviolenza del sud Italia, fondamentali per il territorio in cui operano e che affrontano ormai da troppo tempo la difficoltà di reperire finanziamenti pubblici promessi ma, nei fatti, troppo spesso inesistenti, e quindi lavorando in maniera volontaria o rimettendoci di propria tasca il minimo indispensabile. E’ presso i Centri Anti Violenza che le donne vittima smettono di essere invisibili e possono iniziare un lento percorso di uscita da una situazione ormai insostenibile.

- Diffondere la conoscenza dei meccanismi della violenza maschile nei confronti delle donne attraverso un tour di eventi di piazza organizzati sotto forma di Teatro partecipativo in 5 città. Spesso la violenza domestica assume connotati insidiosi, difficili da individuare (specie nei casi di violenza psicologica). Attraverso questa campagna ci auguriamo non saranno più invisibili neppure i volti che la violenza maschile sulle donne può assumere.

I centri antiviolenza a cui sarà interamente devoluto il ricavato della raccolta fondi dell’iniziativa, selezionati sulla base delle attività svolte e dei bilanci pubblicati, sono:
Centro Safyia- Polignano a Mare (Bari-Puglia)
Centro donne antiviolenza (Ce.Da.V.) di Messina (Sicilia)
Centro Women in Network (W.I.N.) comune di Curti (Caserta-Campania)
Associazione Telefono Donna onlus di Potenza (Basilicata)
Prospettiva Donna onlus di Olbia (Sardegna)

L’iniziativa sarà lanciata il 5 marzo a Palazzo Marino, con il Patrocinio del Comune di Milano. Il tour di sensibilizzazione e raccolta fondi seguirà le seguenti tappe: Bari 7 marzo; Palermo 10 marzo; Napoli 12 marzo; Olbia 13 e 14 marzo; Firenze 16 marzo. Il tour prevede eventi di piazza organizzati sotto forma di Teatro Partecipativo: attori professionisti formati sulle questioni di genere metteranno in scena rappresentazioni atte a coinvolgere il pubblico e sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno della violenza domestica, su come contrastarla e trovare delle soluzioni per uscirne. Al termine di ogni rappresentazione il pubblico avrà la possibilità di ricevere materiale informativo e di fare una donazione o presso un banchetto informativo o attraverso l’SMS solidale.

Oggi tappa sarà documentata da riprese video e da un reportage fotografico che permetteranno la creazione di contenuti da diffondere via web e social network in modo da creare una significativa viralità dei messaggi e la diffusione del numero di SMS solidale per la raccolta fondi.

 

Tags:
#maipiunivisibilehashtagsmsviolenzadonnedomestiche
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.