A- A+
Il Sociale
Omicidio stradale, il Parlamento non decide. Ma ecco le novità

Il dibattito sulla cosiddetta legge sull'omicidio stradale continua, ma ancora il Parlamento non ha legiferato a riguardo. Infatti ora chi commette un omicidio alla guida di una vettura, viene punito con la più lieve accusa di omicidio colposo.
 

 

Tipo di accusa che non prevede la volontarietà nell'accaduto e ha delle pene relativamente lievi. Con l'introduzione della legge sull'omicidio stradale si andrebbe a fare un distinguo per tutti quei casi in cui l'omicidio avviene a causa di persone che si mettono alla guida in stati di alterazione oppure spingano la propria vettura a velocità di gran lunga superiori alla norma. In questi casi si potrebbe procedere non più per omicidio colposo, ma arrivare a pene molto più gravi.

Il dibattito sulla legge continua, ma ancora non si hanno notizie certe sulle tempistiche dell'attuazione.

In video l'avv. Cristiano Cominotto di AssistenzaLegalePremium.it

Tags:
omicidio stradalenuovaleggepenesevere
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.