BANNER

Anche se a qualcuno può sembrare strano, il 19 novembre si celebra la Giornata Mondiale del Gabinetto, che è stata formalmente riconosciuta dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. L'obiettivo di questa iniziativa è quello di rendere i servizi igienici una priorità per tutti e ercare  di sviluppare a livello globale un cambianeto nei comportamenti dei singoli, nonchè allertare la politica su temi che vanno dal miglioramento della gestione delle acque all'annoso problema della defecazione all'aperto che,  in paesi come L'india, è praticata da 620 milioni di individui.

Oggi più di sette miliardi di persone, per lo più nelle zone rurali del mondo, non hanno servizi igienici adeguati. Questo ha un impatto significativo sulla salute umana, la dignità e la sicurezza, l'ambiente e lo sviluppo sociale ed economico. I paesi in cui la defecazione all'aperto è più praticata sono gli stessi paesi con il più alto tasso di mortalità dei bambini sotto i cinque anni, alti livelli di denutrizione e della povertà, e le grandi disparità di ricchezza.

Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, in un messaggio diffuso in occasione della Giornata ha sottolineato che "potremmo evitare che più di 800.000 bambini sotto i cinque anni" non muoiano più di diarrea ogni anno.

2013-11-20T10:17:43.933+01:002013-11-20T10:17:00+01:00truetrue956116falsefalse232Il Sociale/sociale413081849572013-11-20T10:17:43.997+01:009572013-11-20T15:35:08.787+01:000/sociale/onu-miliardi-senza-servizi-igienici201113false2013-11-20T10:32:43.867+01:00308184it-IT102013-11-20T10:17:00"] }
A- A+
Il Sociale

 



BANNER

Anche se a qualcuno può sembrare strano, il 19 novembre si celebra la Giornata Mondiale del Gabinetto, che è stata formalmente riconosciuta dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. L'obiettivo di questa iniziativa è quello di rendere i servizi igienici una priorità per tutti e ercare  di sviluppare a livello globale un cambianeto nei comportamenti dei singoli, nonchè allertare la politica su temi che vanno dal miglioramento della gestione delle acque all'annoso problema della defecazione all'aperto che,  in paesi come L'india, è praticata da 620 milioni di individui.

Oggi più di sette miliardi di persone, per lo più nelle zone rurali del mondo, non hanno servizi igienici adeguati. Questo ha un impatto significativo sulla salute umana, la dignità e la sicurezza, l'ambiente e lo sviluppo sociale ed economico. I paesi in cui la defecazione all'aperto è più praticata sono gli stessi paesi con il più alto tasso di mortalità dei bambini sotto i cinque anni, alti livelli di denutrizione e della povertà, e le grandi disparità di ricchezza.

Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, in un messaggio diffuso in occasione della Giornata ha sottolineato che "potremmo evitare che più di 800.000 bambini sotto i cinque anni" non muoiano più di diarrea ogni anno.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
onuworld toilet dayservizi igienici
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.